Torno in forma in quattro giorni: la mia vacanza al Villa San Paolo Resort

L’altro giorno mio marito mi ha detto: “Scommetti che indovino le 5 cose che ami di più?” Ho accettato che ci provasse, già sapendo che le avrebbe indovinate tutte. Mi conosce troppo bene, per questo l’ho sposato. Dovreste sposare uomini che conoscano perfettamente i vostri gusti e facciano di tutto per soddisfarli, ricordatelo sempre. Ovviamente voi dovreste saper fare altrettanto. Ma non andiamo fuori tema… Senza starvi a riportare la Top Five di mio marito (c’è bisogno che vi dica che ha azzeccato tutte e cinque le posizioni?), vi racconto che al primo posto ha messo “Le Spa”.
È vero. Amo i Relax Resort, impazzisco per i centri termali e, pur amando viaggiare e scoprire posti nuovi e culture sconosciute, se dovessi scegliere la mia vacanza dei sogni sceglierei senz’altro un soggiorno di dolce far niente in cui farmi viziare con ogni tipo di trattamento di lusso avvolta in un caldo candido accappatoio. Senza nessun altro pensiero se non rilassarmi e rimettermi in pace con il mondo. Ricordate? La pigrizia è il mio peggior difetto. Ma, ditemi sinceramente, quando siete stanche e stressate non sognate anche voi una vacanza così? Sarà perché vivo a ritmi frenetici purtroppo io stressata lo sono spesso. Ultimamente con le feste, come già sapete, sono anche un po’ ingrassata. Un bel soggiorno disintossicante e super rilassante me lo meritavo proprio.

image

E così eccomi a Villa San Paolo, il Pay Off di questo meraviglioso Resort sulle colline di San Gimignano recita “wellness & relax in Toscana”. E, in effetti, il mio è stato un vero soggiorno all’insegna del benessere, del buon cibo a Km 0 e degli efficaci trattamenti professionali ai quali mi sono sottoposta per tornare in forma.
La struttura è deliziosa, nella sua semplicità, immersa negli uliveti toscani. Una grande Hall si apre sulle zone comuni dell’hotel dove si trova anche un bellissimo camino che ha scaldato le nostre serate visto che fuori la temperatura era davvero gelida.

Nell’Hotel sono presenti due ristoranti “L’Osteria” dove abbiamo trovato piatti tipici della tradizione Toscana e cibo genuino e leggero e “L’Ampolla” dove il livello della cucina si alza un po’ e ci può far viziare da piatti più elaborati e gustosi. Da provare assolutamente la deliziosa “Vellutata di zucca e zenzero” che io ho mangiato ogni sera. Per gli amanti della carne ovviamente c’è la famosa Fiorentina di Chianina.

Come dicevo l’Hotel è veramente suggestivo. La nostra camera poi era davvero sensazionale, con una meravigliosa vista sulle colline, così romantica la sera.

image
Chiaramente però ho trascorso la gran parte del mio tempo nella IriSpa, al piano -1, che affaccia sulle campagne.
Una selezione di ottime tisane mi ha accolta ed io ho trascorso quattro giorni a sorseggiare la versione “Detox”, quella “Linea” e quella “Relax”. Non ho praticamente bevuto altro. Le mie gambe hanno ringraziato ed anche i miei reni.

image
Ho galleggiato (dire che ho nuotato sarebbe davvero una grossa bugia) nella piscina riscaldata a 40 gradi divisa in due parti, una all’interno ed una all’esterno. Da provare assolutamente il bagno notturno nella piscina esterna. L’acqua sembra ancora più calda, i vapori profumati si sprigionano nell’aria e la sensazione di relax è davvero assoluta.

image

Non mi sono fatta mancare sauna, bagno turco, docce calde e fredde, le profumatissime “rugiade” ( vaporizzatori di acqua aromatizzata all’eucalipto), il percorso Kneep e l’aromaterium dove si viene letteralmente avvolti da profumi di erbe aromatiche che bruciano su un piccolo braciere.

image

Assolutamente all’altezza le gentilissime operatrici del centro che mi hanno coccolata con massaggi speciali studiati apposta per me. Ho voluto comunque provare il famoso Massaggio Streaming, di origine cinese. Si viene cosparsi con uno speciale talco profumato che poi viene massaggiato con tocchi leggerissimi lungo tutto il corpo. Vengono poi passati sulle gambe, sul busto e sul viso dei leggerissimi pennelli. Dura 75 minuti ed è un trattamento di vero lusso che si dice favorisca il relax e aiuti il sonno. Considerato che pochi minuti dopo mi sono addormentata in piscina direi che si può assolutamente dire che funzioni benissimo!

Per me, in ogni caso, ho preferito massaggi drenanti e snellenti, con tocchi profondi per sbloccare il sistema linfatico e favorire la circolazione. I massaggi, accoppiati ai trattamenti drenanti, alle tisane e ad un’alimentazione leggera hanno funzionato e, in soli quattro giorni, la mia figura è già decisamente alleggerita. Sono proprio contenta!

image

Ovviamente non mi sono fatta mancare una visita alla splendida San Gimignano, un vero e proprio gioiello! Un’architettura meravigliosa, vie e viuzze che si intrecciano in un gomitolo, tantissime botteghe artigianali di pellami e concerie, moltissimi negozietti di prodotti tipici con formaggi e salumi profumati in bella vista nelle vetrine.

Non posso poi non segnalarvi il delizioso atelier “Oibò, re-design” che ho scovato per caso, e che mi ha letteralmente fatta innamorare. Lampade, lampadari, e sculture assolutamente assurde, realizzate con oggetti di recupero che saranno perfetti nella mia nuova casa , non appena la troverò! Vi starete chiedendo come io faccia a sapere che saranno perfetti. Beh, ovviamente, con le mie doti di strega questa casa posso tranquillamente già vederla, nei miei sogni, che so diverranno realtá molto presto!
Da questo posto magico arriva questa collanina, realizzata con una forchetta. Non ho saputo resistere. Non è bellissima?

image

Cammina cammina e proprio quando c’eravamo convinti a tornare in albergo per il nostro solito pranzo leggero mio marito avvista
“L’Osteria del Carcere” in pieno centro a San Gimignano. Ecco, se dovessi stilare una Top Five delle cose più amate da mio marito al primo posto ci sarebbe sicuramente il buon cibo. A parimerito con me, naturalmente! Un attimo per dare un’occhiata al menù e avevamo già deciso. Un piccolo sgarro non ha mai ucciso nessuno, no? E mai scelta fu più azzeccata! Se passate da San Gimignano non perdete le prelibatezze di questa piccola locanda. Strepitosa la zuppa di ceci, ottima la pappa al pomodoro, imperdibili i crostoni e che dire dei meravigliosi dolci trai quali spicca un Panforte inimitabile e una torta di ricotta e cannella che è un vero capolavoro?
Impossibile resistere! Ma del resto, come diceva Oscar Wilde “L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi”

image

Grazie ad un consiglio caduto a pennello abbiamo fatto un salto anche a Certaldo, borgo piccolissimo ma davvero suggestivo, che diede i natali a Boccaccio. Se passate da quelle parti non perdetelo, merita davvero una visita! Eccolo qui…

image

image

image

Insomma, me ne torno a Milano più snella, rilassata e con ancora nel cuore i profumi delle campagne Toscane e l’anima gonfia di immagini e sapori impossibili da scordare.

Al prossimo incantesimo…

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *