Sono una vera gnocca. E me ne vanto.

Iaia De Rose

Eccoci. Questo è un post al quale tengo veramente tanto. Sì sì, lo so che mi attirerò le ire delle mie “haters” che mi accuseranno di immodestia e di presunzione. Lo so. Corro il rischio. Per almeno tre motivi.

1) Le chiacchiere delle “haters” sono molto importanti per chi fa il mio lavoro. Più chiacchiere, più interazione, più accessi al mio Blog. Questo genera movimento e popolarità. E a me fa solo bene.
2) Il 90% delle mie lettrici è composto da donne di brillante intelligenza e sono sicura che capiranno questo post e potrà essere loro molto utile.
3) Se, anche solo per curiosità, chi ha unicamente voglia di giudicare la mia apparenza, si spingerà a leggere fino in fondo, sono certa scoprirà cose interessanti. E non su di me. Su se stessa.

Veniamo al punto. Sì. Odio la falsa modestia. Non c’ è niente che mi dia più fastidio.

Quante volte capita che alle tipiche bellezze stratosferiche venga chiesto come facciano ad essere così “bellezze stratosferiche”, magari perché le donne comuni possano trarne uno spunto, un incoraggiamento o anche solo un piccolo consiglio? Capita spesso, no? E, in genere, quando si chiede alla bellona di turno “Ma come fai ad avere una pelle così splendente/ un sedere così sodo/ delle gambe così magre?” quella, con un sorrisino che mi fa venire voglia di prenderla a schiaffi e farla girare su se stessa in moto perpetuo per il resto dei suoi giorni, risponde “Ma no… Che vuoi che sia… Sinceramente? Non faccio nulla. È un dono di natura!”
Balle.
Balle.
Lo ripeto.
Balle. Sono sacrosante balle.
Le donne che vedete sulle riviste, in tv, al cinema lavorano sulla loro immagine ogni ora di ogni sacrosanto giorno. Si curano allo sfinimento, si allenano, spesso si sottopongono a digiuni estenuanti, molto più spesso sono rifatte in abbondanza. È solo che non vogliono dire a nessun’altra donna tutto questo. Sono stata chiara? Questa è l’unica e sacrosanta verità.
Se volete la verità continuate a leggere i Post di questo Blog. Se volete che vi raccontino melense favolette, schiodate le tendine, perché le uniche favole che io racconto sono quelle in cui vince la Strega. E sono favole che non piacciono a tutti.

Ecco, quelle bellone – bugiarde lì, per me non sono gnocche per niente. Non condivido i loro modi. Non mi piacciono. Me ne dissocio completamente.

Non mi piacciono neanche quelle donne, e in genere si parla di donne dannatamente belle, che se fai loro un complimento tipo “Che begli occhi che hai!” Ti rispondono “Ma vaaa… Non è vero!” Mentono. Mentono per entrare nelle tue grazie, per apparire alla “tua portata”, per fingersi tue amiche, ma in realtà non lo saranno mai. Perché sanno di avere occhi bellissimi e, tronfie di quello che la natura ha donato loro, non sanno essere riconoscenti e non hanno tempo da perdere per risponderti gentilmente con un bel “Grazie! È un bellissimo complimento!”

La bellezza è soggettiva, dicono. Ma non troppo, in realtà. Un recente studio ha dimostrato che i bambini reagiscono con sorrisi e gorgoglii di piacere di fronte ad alcune caratteristiche somatiche.

Le immagini iconografiche, le sculture Greche e quelle Romane considerate da sempre esempi di bellezza perfetta, hanno tutte tratti molto simili. Rotondità presenti in alcuni punti del corpo, zigomi alti, nasi dritti, occhi grandi. Il motivo esiste. L’armonia è un fatto. Ed è proprio quest’armonia che ci fa dire che una persona è bella. E gli attuali canoni estetici non c’entrano una cippa. Altrimenti non gongoleremmo estasiate di fronte alla Venere di Milo,che di certo non ha le misure di una modella.

Ora. La bellezza è una cosa. E della bellezza fine a se stessa a me, checché se ne possa dire, me ne è sempre importato veramente poco, perché non sono stata sempre come mi vedete ora e ho imparato molto presto che io non sono la mia faccia, ne le mi è tette. Io sono tutto il resto, di me. Ma questa è un’altra storia.
Dicevamo? Ah sì.

La bellezza è una cosa. La gnocchitudine, caratteristica che mi appartiene (e non accetto obiezioni. Mi appartiene punto e basta. E apparterrà anche a tutte voi. È una promessa!) ecco quella, è tutt’altra cosa.

E allora vediamo da cosa si riconosce una vera gnocca.

1) CONSAPEVOLEZZA VUOL DIRE UMILTÀ. La vera gnocca è consapevole, si conosce, si studia. Conosce perfettamente i suoi punti forza e altrettanto bene i suoi difetti. Non finge modestia, se le fai un complimento per qualcosa di se che riconosce come pregio, ma sarà la prima a chiederti un consiglio per migliorare un suo difetto.

2) AMARE SE STESSA NON VUOL DIRE ARRENDERSI. Questo è un concetto al quale tengo moltissimo. Io vi invito ad amare voi stesse così come siete. Io ho lavorato molto per amarmi davvero. Prima che diventassi quella che sono oggi avevo bisogno di amore dall’esterno, per essere felice. E infatti non ero mai davvero felice. Oggi so che se non sei la prima ad amarti nessuno colmerà mai il tuo vuoto. Quindi mi amo. Molto. Ma non mi compiaccio. Mai. E non mi arrendo. Mai. Ciò vuol dire che, siccome la vita è una, io pretendo di viverla al massimo delle mie possibilità.
E se qualcosa non mi piace, se mi fa soffrire o sentire a disagio io muovo il mio sederone e lavoro per cambiarlo. Voglio essere la migliore espressione di me stessa. Lo pretendo. E solo io decido quale sia. Non mi lascio influenzare da voci esterne.

3) PIACERSI VUOL DIRE SERENITÀ E IRONIA. Se ti piaci sei serena, felice, sorridente. La vera gnocca è rilassata. È stupenda, perché sta bene con se stessa, tutti se ne accorgono perché emana una luce particolare. Non c’entra niente la taglia, l’età, il colore della pelle, lo status sociale, il lavoro che fa. Ognuna di noi ha un proprio “spazio di benessere”. Se sei lì dentro stai bene. Se sei fuori stai male.
Nessuno ti può dire quale sia il tuo spazio. Tu lo sai. Puoi fare finta di essere felice, di piacerti, di star bene. Ma se leggendo queste parole senti un pizzicorio che ti dice che no, non stai bene per niente, allora questo è il momento di agire per trasformarti in una vera gnocca! Smetti di lamentarti! Non c’è niente che tu non possa fare! La vera gnocca non fa mai la vittima. La vera gnocca va a prendersi quello che vuole!
E ridi. Ridi di te stessa, ridi quando ti criticano, ridi quando ti dicono “Brava!” E ridi anche quando non ti capiranno se dirai di te “Io sono una vera gnocca!” Pazienza se non tutti capiscono! Tu ridi!

4) INVIDIA VUOL DIRE SFIGHERRITUDINE. Sfigherritudine è un termine che non esiste. Me lo sono inventato, perché non me ne veniva in mente uno che potesse darvi un ritratto abbastanza significativo delle donne invidiose. Non mi piacciono le donne invidiose. L’invidia è davvero un sentimento poco intelligente e del tutto inutile. Si manifesta in modi diversi.
In genere l’invidiosa critica in maniera perfida e priva di lucidità qualcosa che un’altra donna ha. Strenuamente. Instancabilmente. Anche con se stessa, parlando tra se è se! In realtà farebbe carte false per avere quella stessa cosa, ma non lo ammetterebbe mai. Ma se riuscirà a metterci le mani quella cosa che prima tanto criticava improvvisamente la fará impazzire di gioia.
Ma a cosa serve tutto questo? L’invidia non aiuta. Non ti fa ottenere quello che vuoi.
La vera gnocca si arma di coraggio, va dalla donna che ha quello che lei vuole, si complimenta e le chiede come ha fatto ad ottenerlo. Le chiede aiuto. Si fa consigliare.
Io l’ho fatto un sacco di volte e ho una notizia sconvolgente da darvi: funziona! Dopo un momento di iniziale sgomento, che è dato prevalentemente dal mio aspetto da “mangiatrice di uomini/arrampicatrice sociale/ bionda idiota”, le donne riconoscono la mia sincerità, la mia umiltà e mi svelano tutti i loro segreti. Sempre. Ha sempre funzionato! Lo ripeto. Sem-pre! Chi pensa che una gnocca sia presuntuosa in realtà è più presuntuosa della gnocca stessa, perché non ha l’umiltà di andare da lei e dirle: “Ok. Il tuo sedere è fantastico. Il mio invece non mi piace. Mi dici come si ottiene un sedere così?” Oppure “Hey, ciao! Complimenti per il bel risultato che hai ottenuto oggi con il capo! Mi daresti qualche consiglio, vorrei riuscirci anche io e ti ritengo veramente brava!”
Provateci. Vi si apriranno opportunità incredibili.

5) MODESTIA VUOL DIRE COLLABORAZIONE. La vera gnocca sa di essere gnocca. La gnocchitudine, come vi dicevo, è uno status che si conquista, a differenza della bellezza, e ti rende molto consapevole di te stessa. Quindi, se fate un complimento ad una gnocca, quella non vi guarderà mai con il sorrisetto compassionevole dicendovi “Ma noooo, non è vero!” Semplicemente farà un bel sorriso, vi ringrazierà e , se c’é un trucco, ve lo svelerà.
La vera gnocca dice la verità. Se le fanno un complimento per la sua pelle risponde “Grazie!” E spiega come fa ad ottenere quella meraviglia. Altrettanto con la forma fisica. Altrettanto con il suo lavoro. Se le dicono “Brava!” Ringrazia, e se le chiedono come fa ad ottenere un risultato lo spiega. Semplicemente. Non teme mai concorrenza.

6) CONSAPEVOLEZZA NON VUOL DIRE COMPETITIVITÀ. La vera gnocca non è competitiva. Zero. Per niente. Perché l’unico termine di paragone per lei è se stessa. L’unico giudice è il suo cuore. Percui si sforzerà sempre e solo di superare i suoi limiti, si darà da fare, ma non entrerà mai in competizione con altri. La competizione insana, somiglia all’invidia, ed è inutile allo stesso modo. Metterti in competizione con chi è migliore di te ti farà sentire affranta. Metterti in competizione con chi è peggiore di te ti farà diventare presuntuosa. E una vera gnocca non è presuntuosa. È consapevole. È diverso.

7) ODIO VUOL DIRE SCARSA AUTOSTIMA E PIGRIZIA. La vera gnocca non odia nessuno. Odio. Che brutta parola. Sapete quante energie si disperdono odiando? Un sacco. In genere le persone che hanno il tempo di odiare qualcuno non fanno niente, o niente di interessante perlomeno, si annoiano a morte e sono semplicemente infelici. La vera gnocca non ha tempo. Deve inseguire i suoi sogni! I suoi sentimenti sono preziosi e veri e, siccome necessitano di molta energia, li riserva solo alle persone davvero molto importanti.

Per i motivi di cui sopra io, Iaia De Rose, mi dichiaro inequivocabilmente una vera gnocca (con alcune cadute, ogni tanto, in cui ripiombo nell’insicurezza o nella pigrizia, ma mi perdono un attimo dopo e riparto)
E me ne vanto anche perché, come vedete, la vera gnocca è un esserino piacevole e non ha niente a che vedere con una insopportabile piena di se.
La vera gnocca ha tante amiche VERE e io ringrazia Dio tutti i giorni di avere a fianco a se amiche che sono come sorelle, tutte vere grandissime gnocche.

È apprezzata dalle altre donne, che non la considerano una minaccia, anzi tutt’altro, perché ne riconoscono la lealtà e il buon cuore.

È letteralmente adorata dagli uomini, che apprezzano le donne risolte, sicure di se, sorridenti e serene. Quelle che, se qualcosa non va, si danno da fare perché cominci a girare nel verso giusto, invece di lamentarsi continuamente. In genere, una volta incontrate donne così, le sposano a tempo record. ;-)

Quindi, ragazze, io fossi in voi un pensierino ce lo farei.
Il “Club delle gnocche” è assolutamente aperto a nuovi ingressi, e siete tutte invitate! Cosa aspettate?
Fatevi sotto all’urlo di “Sono gnocca! E me ne vanto!”
Vi aspetto. Qui, credetemi, si sta benissimo.

Al prossimo incantesimo…

42 Comments

  • Fra scrive:

    Tu riesci a stupirmi sempre. Sei grande. Spero ci ritroveremo presto nel club delle gnocche! ;)

  • anna scrive:

    Cara Iaia,
    condivido tutto, ma proprio tutto.E lo dice una che per una vita si è sentita medio-cessa perché in perenne rincorsa di chissà quali modelli e standard da seguire…poi, d’un tratto mi sono resa conto che invece non ero cosi cessa se ricevevo conferme da maschi e femmine ; e ho iniziato a guardare me stessa con occhi completamente diversi. Ho molta strada ancora davanti, perché una puo anche essere gnocca, magari esserne pure conscia..ma per una forma innata di timidezza/insicurezza cercare comunque di sminuirsi e avere la tendenza ad auto-demolirsi alla orima crisi. ..ma ci sto lavorando! Concludo dicendoti che ho la convinzione che non ci sia (quasi) nessuno che viva meglio di una donna gnocca in pace con se stessa:le riconosci subito, perché emanano una sorta di energia forte e positiva che non può provocare invidia nelle altre donne, semmai una forte ammirazione! Insomna,Tutte noi dovremmo puntare ad essere gnocche, c’hai ragione! !!!!!!

    • Il tuo è un bellissimo messaggio, Anna. È esattamente questo il concetto! Delle ricadute ci stanno, l’importante è rimettersi subito in riga e, soprattutto, non rinunciare mai al nostro sorriso e alla nostra positivita! È quella che ci fa splendere!

  • antonella scrive:

    Grande Iaia! Ben detto. Ti leggo sempre con piacere. Aspetto un post di Stregalo mi diverto troppo!!

  • Valeria scrive:

    Io lo sono!!! e sfigherritudine mi ha fatto ridere un sacco!! ahahahahah

  • Valentina D. scrive:

    Mano a mano che leggevo pensavo “Ma sta parlando di me!! Questo lo faccio! Questo anche! Questo anche!!” Credo di poter entrare di diritto nel club delle gnocche! A proposito… sarà un caso che anche mio marito mi ha sposata in tempi record? ;)

  • Mirella Fanunza scrive:

    Ahah, sono io! Ho scoperto di essere una vera gnocca! Grazie ;)

  • Mary scrive:

    Complimenti Iaia… davvero… abito ad Imperia e ti ho visto più volte in giro e devo dire che sei davvero bellissima!!! L’invidia è proprio una brutta bestia e sai che ti dico? Sono persone infeliciiiiiiiiii!! L’invidia purtroppo la conosco molto bene… Ho sempre dato il massimo in ciò che ho fatto, mi sono laureata un anno prima degli altri, a venticinque anni ho pubblicato un libro e invece di avere incoraggiamenti dalle persone che avevo accanto ho ricevuto solo critiche e critiche… Inizialmente ci sono stata male e mi autoconvincevo del fatto che strada non ne avrei mai fatta…Mi sono arresa per un periodo. Poi ho capito che quelle erano persone cattive, persone che la vita la passano a parlare male degli altri perché non hanno nulla da fare durante il giorno… Allora ho deciso di ascoltare me e solo me perché io VALGO!!!! E questo l’ho capito anche grazie al tuo blog… Ancora complimenti e tanti tanti auguri per il tuo splendido matrimonio… E un bel vaff… a chi ci vuole maleeeeee!!!

    • Oh sì sì! Ci sono passata anche io. Ho pianto, mi sono arresa, ho pensato di avere qualcosa di sbagliato… Poi pero la mia indole ha prevalso! Io ho l’indole della guerriera! Non mi piacciono le persone che non fanno niente e criticano! Muovete il sedere! Fateci vedere cosa sapete fare!!! Siamo qui ad osservarvi! Peccato che, di solito, non sappiano fare proprio niente!
      E cosi sei di Imperia! Salutami il mio mare che mi manca tanto! Grazie per i complimenti e spero che vorrai restare qui con noi,nella congrega di streghe, abbiamo tante cose da raccontarci…
      Un bacino.

  • Bry383 scrive:

    Sono GNOCCA?!? Mmm… Non saprei, ma TU SEI UNA GNOCCONA!!! Ebbene si lo penso apertamente e consapevolmente altrimenti non ti seguirei con così tanta passione e amore ❤️
    Di me, riflettendoci, ti dico che non mi scambierei MAI e dico MAI con nessun’altra! All’apparenza sono una strafiga sicura di me (perché so che appaio così), ma poi basta che mi conosci e scopri che non mi piace quello, vorrei migliorare quell’altro, ecc… Ma alla fine mi tengo così come sono perché forse, in fondo in fondo, alla fine mi piaccio anche così! Sono piacevole e solare, estroversa e testarda, disponibile, buona e anche stronza! E aiuto sempre le amiche bisognose di consigli “donna a donna”, ma non le invidiose e crudeli! Mi dispiace ma loro si arrangeranno sempre, non si meritano la mia GNOCCHITUDINE!!!!!!
    Gran bello sfogo ho avuto, sì

    • Ahahah! Non se la meritano la mia gnocchitudine! Mi hai fatta rotolare dal ridere! Tipo “La gnocchitudine è mia e me la gestisco io!!!” E brava Bry! Approvo toalmente! Le energie le sprechiamo solo per chi le merita!

  • Alessandra Casarin scrive:

    Ciao Iaia….. Non mi sono mai vista o tantomeno sentita Gnocca ma leggendo ciò che hai scritto tu ho scoperto di fare anche io parte di questo club

    • Grazie Alessandra. Sei molto cara e molto umile. Mi piace che tu ammatta che ogni tanto l’invidia ti tocchi, ci sta! Tutte sbagliamo! L’importante invece è riprendersi subito e lavorare perche diventi un sentimento positivo.
      È bello consigliarsi tra donne e condividere i propri segreti di bellezza e non. Nutre l’anima.
      È, vero, per me sono giorni di grandi soddisfazioni ma, per arrovarci, ho molto molto faticato. Ho remato con le mie braccia anche quando di forze ne avevo veramente poche e la tentazione di mollare era veramente presente! E ancora tanta strada ho da fare! Ogni giorno si presentano nuove sfide! Ma io cerco di ringraziare per ogni piccolo successo. Proprio perchè ho passato momenti grigi! Grazie per le tue belle parole che spero possano essere utili a tante!

  • Owly scrive:

    Ciao Iaia, ho letto diversi tuoi post ma è la prima volta che mi viene voglia di lasciare un mio commento!
    Purtroppo soffro da qualche anno di depressione, un male che ti logora e che ti consuma..inizio a riprendere in mano la mia vita finalmente ma devo dire che è dura e il mio livello di gnoccaggine è praticamente sotto zero! leggendo alcuni dei tuoi post mi hai fatto venire voglia di uscire dal mio guscio, di ricominciare, di cambiare totalmente la mia mentalità perchè mi merito anche io una vita di cui essere fiera e anche un pò di felicità! e che cavolo!
    Mi merito di ritornare a essere gnocca e i consigli che leggo qui spesso mi hanno aiutata..anche se non ti conosco di persona,grazie di cuore!

    • Ma grazie a te Owly. Sai. Tu ora sei nel punto cruciale di svolta. Lo so tesoro che è difficile. Ma ti assicuro che questo è l’ultimo sforzo! Nel momento in cui ti accorgi di meritare di piu, nel momento in cui desideri davvero cambiare, quello è il momento in cui ti devi buttare. Buttati!!! Ce la puoi fare! Comincia con il guardarti allo specchio e sorriderti. Esci in avanscoperta. Perlustra la situazione. Cerca la magia. C’e. Te lo prometto! Devi solo trovarla! Forza! Noi siamo qui! Per te….

  • luisa scrive:

    Ciao Iaia. Non ci avevo mai pensato o meglio non l’avevo mai vista cosi’ ma hai perfettamente ragione. Quando stai bene con te stessa e sei serena tutti ti guardano con occhi diversi e pensano tu abbia un uomo. Macche’ uomo!!!!!!! Io ho sempre cercato affetto e amore negli altri, dando l’anima per conquistarlo e rimanendo delusa. C’e’ voluto tempo ma adesso ho raggiunto il mio equilibrio perfetto, mi sento sicura, magari anche gnocca e cerco sempre di stare meglio del giorno prima, fisicamente e mentalmente e sai qual’e’ il risultato? Mi chiedono di cosa mi faccio?!?!? Mi faccio due risate!!!!!!!
    Sei forte Iaia,sincera schietta simpatica brillante e intelligente…..e gnocca!,,,,,

    • Sì, sì lo so. A me chiedono se mi sono RI-fatta! Ahahah! Beh ma è vero sai? Se ti vuoi bene e ti curi del tuo benessere diventi splendente! E allora cominceranno a chiederti se sei innamorata, se sei stata dal chirugo, se hai fatto una vacanza… Insomma. Funziona. Sono felice che tu ci creda, come ci credo io, perche queste tue parole possono essere utili a tutte quelle amiche che stanno attraversando un momento difficile.

  • Mariella Bonacina scrive:

    Ciao Iaia, se avessi letto questo post poche settimane fa, avrei detto di essere nella fase “pulcino spaventato”, che ha paura di tutto e di tutti…invece adesso, proprio all’inizio di quest’anno di svolta (come ben sai), ho deciso di prendere in mano la mia vita e farla fruttare al meglio…magari non mi sento ancora gnocca, però voglio provare a esserlo…questo post mi ha fatto molto ridere e a me ridere fa bene, perchè non lo faccio spesso!!!
    Sai a me chi fa arrabbiare: le persone che non ammettono che sono belle…ti spiego meglio: a causa dei miei amatissimi ormoni, la mia pelle di persona adulta, si trasforma in pelle di adolescente in piena tempesta ormonale; se lo faccio notare agli altri, che hanno una pelle da neonato, mi dicono: “No, guarda, non parlarmene, sapessi che brufoli ho io!!!”…ecco io credo che queste persone non abbiano mai provato cosa si prova ad avere i brufoli (quelli veri e non quelli immaginari che loro credono di avere)…ecco lo dico, queste persone, unitamente ai miei pazzi ormoni, mi fanno diventare peggio di Godzilla!!! I tuoi post sono sempre illuminanti e non sai quanto mi stanno aiutando…e te lo dico con tutta la sincerità di questo mondo!!! Ti abbraccio forte forte!!! :-)

    • Hai ragione. Hai perfettamente ragione. Anche a me fanno arrabbiare tantissimo! Tu lo sai, se mi leggi, quanto io abbia rispetto di chi non si sente bene con se stessa, per problemi di pelle, di peso, perche ha perso il lavoro ecc… È ingiusto che chi ha fortuna, invece che ringraziare, neghi di averla! Hai ragione. Ma sai che cosa devi fare? Canta, quando mentono. Canta e non ascoltare. Pensa a te. Ah… Vogliamo impegnarci e risolvere questi brufoli? Che ne pensi? Facciamo un passo da un buon dermatologo che ti aiuti?

  • Lapippipessa scrive:

    Io dal club delle gnocche entro ed esco di continuo. Vado a momenti… Invece vorrei frequentarlo sempre. Perché è come dici tu… Se ammetti a te stessa e al mondo che ti circonda che sei gnocca… la vita assume tutto un altro aspetto. Diventa bella, speciale, emozionante e luminosa. Quindi anche io, mi avvalgo del mio diritto di esser parte del suddetto club e prometto di impegnarmi a frequentarlo tutti i giorni! Bacioni Iaia Gnocca Boss!

  • Liz scrive:

    Troppo bello questo post!!! Devo lavorare sul punto numero 2.. l’ho sempre saputo, ma ora che mi hai dato la possibilità di rifletterci meglio, ho la certezza di essere sempre alla ricerca dell’approvazione altrui.. e di essere anche molto severa con me stessa.. troppo autocritica insomma.. e a volte un po’ lamentosa.. quindi basta piangermi addosso, anche perché ho dei punti a mio favore, come il fatto di non essere invidiosa! Voglio entrare anche io nel club delle gnocche!!! Al più presto! E grazie delle dritte! Un bacione! ♥

  • Stella scrive:

    Ciao Iaia.. Che sacre parole hai scritto!!concordo in pieno!!anche se tutto il mondo gira al contrario, non ho mai smesso di pensare che sono una gnocca!!!ed è prorpio vero che chi odia ha solo molto tempo fa sprecare.. Io ho smesso di odiare e sto lavorando bene su me stessa con dei progetti!!ti abbraccio forte !

  • Delia scrive:

    Ciao Iaia!!
    Gnocca a 360 gradi tu : dentro e fuori. Altrimenti forse saresti solo (molto) bella, e non gnocca :)
    Il tuo post mi ha incoraggiata. Non che mi sia stata svelata l’acqua calda..ma leggere le cose nero su bianco, sentendosi dare del tu..sembra che tu mi abbia sbattuto in faccia la realtà direttamente.
    C’è una vita sola e alla fine non possiamo fare “insert coin”. bisogna fare della propria vita un’opera senza troppi rimpianti.
    pure io sono stata sposata a tempo di record, 5 mesi :)
    ora mi faccio coraggio. mi devo alzare. di qui a sentirmi gnocca penso ce ne passi però :))
    aspetto in futuro tuoi pareri e consigli “to be gnocca” in merito a : cremine contorno occhi, kajal, Ugg, portamento ..
    ti ho scoperta su qvc seguita su twitter mi sono stupita ribaltandomi sul divano quando mi hai risposto parlandomi di Stiletto Academy (“ma allora è umana e non la solita strafiga montata fintamente interessata al comun volgo”) e adesso apprezzo il tuo blog.
    sei forte :)

    • Ahahah! Ma che bello questo messaggio, Delia! Io non vedo l’ora. Di svelarteli tutti, i miei. Trucchi di bellezza, ma sono sicura che tu sia già tosta di tuo e che anche io potrò imparare molto da te. Tu comincia a pensare che la “gnocchitudine” è uno status che si conquista. Non accadrà dall’oggi al domani, ma arriverà un giorno in cui sentirai di meritarlo. Ti farai i complimenti. E finalmente ti guarderai con gli occhi dell’amore. Ti assicuro che il cammino da fare, difficile, varrà la pena.
      Io sono qui. Per qualunque caduta, pronta a tenderti la mano. Stiletto Academy è top. Tra l’altro su queste pagine trovi anche l’intervista alla mia amica “Spora”.
      Baci

      • Delia scrive:

        Acquisire sicurezza in sé stessi non é un stupidaggine. É bello farlo sia attraverso i complimenti altrui che attraverso quella sensazione del tutto personale e soggettiva che si ha quando ci si guarda allo specchio e ci si piace. E anche mentre ci si prende cura di sè spalmandosi nuove creme soffici o trampoleggiando sui tacchi o calzando le fedeli allstar o i fedeli ugg o sopportando strani odori di intingoli per i capelli :)) Si esce dai momenti bui! DAJE TUTTA IAIA che mi sembra che qui siamo in tante!

  • La Gio scrive:

    Iaia questo post è FE-NO-ME-NA-LE!!! Urlo anch’io “Sono gnocca! E me ne vanto!”. Aggiungo anche che la brillante intelligenza non ce l’abbiamo solo noi lettrici, in primis ce l’hai tu che scrivi!! A proposito……ma perchè questo blog non l’hai aperto prima?!?! ;-) =D Un bacione!

    • Tesoro! Perché anche io, fino a poco tempo fa, credevo molto poco in me stessa. Credevo che in fondo quello che avevo da dire interessasse a pochi. C’è voluto più di un anno di lavoro su me stessa per convincermi di valere davvero.
      Sono diventata talmente forte da sfidare anche chi diceva che le donne non mi avrebbero letta perché, con il mio aspetto, non sarei stata credibile! Ma io ci ho provato lo stesso. E il mio Blog è esploso. Subito. Grazie a voi.
      Più di tutto devo ringraziare mio marito. È stato lui a dirmi “Aprilo. Aprilo ora! Non pensarci più. Ti leggeranno… Eccome se ti leggeranno!” Beh. Aveva ragione! ;-)

  • farfalla scrive:

    ciao a tute ma soprattutto a iaia…avrei bisogno di aiuto nel diventare gnocca non lo sono non mi ci sento non mi amo e non ho avuto conoscenze che abbiano voluto condividire le loro risorse o segreti con me si accettano consigli aiuto e solidarietà femminile grazie

    • Iaia De Rose scrive:

      Ciao Farfalla! Siamo qui per questo! Ti aiuteremo volentieri. Intanto ti consiglio di leggere i post arretrati, dall’inizio. Credo possano servirti. E poi vai all’ultimo post. E commenta quello. Così le altre ragazze ti leggeranno! A presto!

  • MonicaMoSa scrive:

    Iaia de rose si sei una vera gnocca! esattamente come lo sono io a 47 anni donna sarda, bella,intraprendente, dinamica spiritosa…con momenti di sconforto e tristezza profonda…ma poi con il mio coraggio certificato! :) faccio risalite strepitose…questa volta aiutata da te ho preso il tuo “sono una vera gnocca! ” lo uso come un mantra! Funziona!!! Grazie Laia di cuore…entro nel club delle gnocche con piacere!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>