Sanremo 2016 finalissima: cos’è successo in Sala Stampa?

Ascolti record per questa sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo e una Sanremo gremita, come non la si vedeva da tempo. Tanta partecipazione da parte del pubblico, moltissimi i giovani per le strade ed in assalto agli alberghi dove alloggiano i cantanti in gara, teatro “tutto esaurito”, tutte le sere.

E tanta, tanta partecipazione da parte del Web. Twitter cinguetta, Facebook disquisisce, le testate online si infiammano. Strega Iaia è contenta… Il perché magari ve lo spiego nei prossimi giorni. Chissà…
L’ultima serata si apre con il ripescaggio, a sorpresa, di Irene Fornaciari. La Sala Stampa ha un sussulto. Ci aspettavamo che, al televoro, i Dear Jack avessero la meglio. Bene così, la canzone di Irene merita un riascolto.

E mentre Roberto Bolle danza io penso che “La bellezza salverà il mondo” quando bellezza sta per armonia, per equilibrio perfetto, per grazia. Uno spettacolo meraviglioso che emoziona la sala.

Abbiamo capito che a Francesca Michielin piacciono le tute. Ed infatti ne sceglie una candida, in raso di seta, per la serata finale. É bellissima. Incantevole.

La canzone é convincente, Francesca è senza ombra di dubbio un talento, secondo me, deve ancora maturare e diventerà un Star.

Alessio Bernabei si presenta in abito rosso, lucido. Terribile. La canzone è mediocre, di certo non lascerà il segno. Ma più di tutto lui non mi è particolarmente simpatico, lo ammetto.

Virginia Raffele, questa sera, è “solo” lei. E forse questa sarà la sua esibizione migliore. È lei la vincitrice di questo Festival, spero che le si aprano mille occasioni. Ed oggi, parlando col suo addetto stampa, ho scoperto che farà una tournèe nelle maggiori città italiane. E ho scoperto anche un’altra cosa… Che ho promesso di non dire. In bocca al lupo Virginia! Te lo meriti!

C’è stato un momento in cui Carlo stava intervistandi Roberto Bolle. Ritmo lento, domande che “Boh!”, poi entra lei… Virginia. Tutto accellera, risplende e in un attimo il pubblico comincia a ridere, partecipa, si rianima.

Potrebbe presentare da sola. Spero glielo permettano presto. O forse lo so… Chissà.

Sala Stampa in piedi per un’immensa Patty Pravo, che vorrei sul Podio, ma credo che sarà Premio della Critica, mentre Clementino lascia abbastanza indifferenti.

Fragola in sala stampa è dato per favorito. Io non sono d’accordo. Quando passa dalla voce piena al falsetto “sdoppia” (in gergo non saprei spiegarvi cosa significhi, comunque i cantanti bravi lo considerano un grave difetto). Si piazzerà bene. Ma non sul podio, secondo me.

Vi ricordate quest’estate, tenevo una rubrica “S.o.s Iaia” su Radio 105, all’interno della trasmissione “La Isla 105”, condotta da Max Brigante e Andrea Pellizzari? Proprio mentre chicchieravamo venne lanciata la petizione #cristinadavenasanremo

Max e Andrea, grazie al supporto della rete, ce l’hanno fatta! Cristina D’Avena super ospite, questa sera a Sanremo, scatena l’entusiasmo della Sala Stampa e del pubblico. È bello tornare tutti un po’ bambini sulle note di Kiss me Licia e Occhi di Gatto. Max e Andrea, sul palco, sono bellissimi. Tra l’altro? Posso prendermi il merito di aver portato fortuna?

Elio e le storie tese come i Kiss. Favolosi. Io credo davvero meriterebbero di salire sul podio. Spero che il televoto non mi deluda come al solito.

A sorpresa (neanche nella scaletta che viene consegnata in anteprima alla stampa comparivano i loro nomi) Panariello e Pieraccioni, un divertente siparietto, per annunciare lo spettacolo di Reunion dei tre all’Arena di Verona il 5 di Settembre.

Arisa incanta, è vestita meglio, ma soprattutto se possibile si supera del tutto a livello di intonazione e interpretazione. Applauso infinito in platea e in Sala Stampa, per gli Stadio… Ė podio sicuro. E se sarà prima posizione potrò dire “Io l’avevo detto!”

Annalisa perfetta e meravigliosa in nero, se dovesse vincere lei ci rappresenterebbe benissimo all’Eurovision. È giovane, internazionale, bella e brava.

Momento di grande commozione, in Sala Stampa, quando risuona la voce del grande Renato Zero. Che dire di fronte a tanta immensità? È Renato Zero. È una ricchezza immensa. Da goderne in silenzio.

Si definisce un alieno. Non ha bisogno di nastri arcobaleno, Renato, che indossava le piume negli anni 70 quando non era facile. Mi trasferirei su Marte per trovare altri alieni come te, Renato!

Mi aspettavo più entusiasmo per Rocco Hunt, sia in Sala Stampa che in platea. La canzone è carina ma forse, dopo un po’, tende a stancare. Non salirà certo su un podio. Per quanto sia molto sostenuto dal televoto.

Dolcenera questa sera è piuttosto imprecisa, ed è strano per lei. Resta però sempre affascinante. Ha carisma. E la canzone è molto bella anche se un po’ troppo “elevata”, secondo me, per il pubblico sanremese.

Come sempre bravo Ruggeri, ma temo rimarrà a secco di premi.

Perfetti insieme Iurato-Caccamo, che pagano lo scotto di una certa antipatia suscitata da Debora nella giuria tecnica. Ma il televoto potrebbe sbalordirci.

Scanu canta peggio delle altre sere, ma a me Valerio Scanu piace. Lo trovo innegabilmente bravissimo. E chisseneimporta se sia partito da un reality, che c’è di male in fondo? Uno bravo resta bravo. A prescindere da dove muove i primi passi.

Io questo snobismo non lo capisco, sarà forse perché lo subisco da troppo tempo?

Arriva la classifica e in Sala Stampa si scatena il malumore. Arisa al decimo posto, davvero scandaloso! Così come il dodicesimo posto di Elio e le storie tese e l’ottavo di Noemi. Non è giustooooooo!!!
Prime tre posizioni per Michielin, Caccamo-Iurato e Stadio. Evidentemente il televoto ha premiato Caccamo-Iurato. Michielin, in forma strepitosa, questa sera è data per favorita in Sala Stampa, a questo punto.

Io continuo a puntare sugli Stadio e siccome lo faccio in maniera piuttosto calorosa qualche grosso nome della critica musicale mi guarda con aria incuriosita.

—————–

Vincono gli Stadio. Qualcuno ve lo aveva detto. Lunedì.

Insomma… Fate un po’ bene a seguirmi, o no? E allora questo è per voi. E per me. In fondo, forse, la passione che metto nel fare le cose mi ha portato un po’ di fortuna.

Sarà fortuna anche il fatto che un nome altisonante (ma veramente altisonante) della stampa nazionale, mi abbia avvicinata e mi abbia sussurrato “Tu lo dici da giorni, che avrebbero vinto loro. Ho chiesto chi sei. Ho letto i tuoi pezzi. Cazzo se scrivi!”

Ha detto proprio così “Cazzo se scrivi”. Io invece non ho detto niente. Sono rimasta zitta. Avevo la lingua di lana e la saliva azzerata.  Mi sono venute le lacrime agli occhi e vi ho pensati.

Vi ho pensati forte.

E poi ho pensato agli Stadio che, in sala stampa, dopo la vittoria hanno raccontato che “Un giorno mi dirai” l’anno scorso era già stata presentata alle selezioni per il Festival di Sanremo ma era stata scartata.

Loro però ci credevano, non hanno smesso di crederci l’hanno suonata, suonata e risuonata ancora. E l’hanno ripresentata.

“Un giorno mi dirai” ha vinto il Festival di Sanremo 206

Quando si dice avere sogni prepotenti e non mollare… Ve lo dico sempre che funziona, no?

Al prossimo incantesimo…

6 Comments

  • Mariella ha detto:

    Cara Iaia…i tuoi post sono stata la cosa più bella in questa settimana terribile. Ogni sera arrivavo a casa, mi mettevo il pigiama e leggevo tutti i tuoi post sanremesi…che dire: “di talento ne hai da vendere!!!”…sei la prova vivente che se uno lotta per i propri sogni può afferrarli…ed è quello che faccio ogni giorno…spero che tutto questo tempo passato a lottare non sia vano!!! ti abbraccio…ora vai a riposarti che te lo meriti!!! go Iaia go!!!

  • Iry ha detto:

    ciao Iaia ! é da un bel po’ di tempo che seguo con interesse il tuo blog ma solo adesso ho deciso di commentarti per farti i miei complimenti per la tua esperienza sanremese…devo ammettere che all’inizio quando ho saputo che avresti commentato il Festival ero un po’ perplessa:ma come Iaia commenta il festival??? sarà anche strega ma occuparsi anche di musica mmh…invece cara Iaia i tuoi post sono stati molto interessanti e hai dimostrato di essere in gambissima e lungimirante ! mi hai stupito.. complimenti per tutto il lavoro che fai sul blog e anche in tv..continua così !! baci
    ps. mi raccomando vieni più spesso a Napoli…la mia città è bellissima e merita di essere scoperta tutta 😉

  • Alessandro ha detto:

    Un bel sedere lo noti,un buon cervello lo ricordi,io non ti avevo detto “cazzo se scrivi”,ma il senso era quello,e anche se non ti scrivo sempre,ti leggo ed è sempre un piacere,sono felice per te complimenti ciao!!!

  • Liz ha detto:

    Ciao Iaia!!! È vero, tu ce lo avevi detto fin dall’inizio che avrebbero vinto gli Stadio secondo te! Del resto sei una strega e certe cose le streghe se le sentono! 🙂 vittoria meritatissima, anche se mi dispiace per Annalisa: pensavo che sarebbe finita sul podio.. Per me è bravissima! Però sono strafelice per il tuo successo sanremese: credo che un complimento del genere da un nome altisonante sia una grandissima soddisfazione! E te la meriti per il tuo talento e per il tuo impegno! Un bacione!!!!

  • Manuela ha detto:

    Beh sei una strega lo avevo predetto
    Mi piacciono gli stadio e sono contenta per michielin che è arrivata seconda
    Mi spiace per Scanu la canzone è carina..

  • Rebecca ha detto:

    In mezzo a un mondo di lupi (ma forse rende meglio serpenti, sciacalli e… pavoni!) come quello dei giornalisti (e credimi, lo affermo a ragion veduta) sei stata davvero in gamba. Chapeau.
    Un abbraccio,
    Rebecca

Rispondi