Relais Sant’Uffizio: la mia Pasqua tra acqua e natura.

Avete presente quelle volte in cui capita di sentirci davvero al livello “batterie esaurite”? A metà giornata, con ancora mille faccende da sbrigare, ti senti distrutta come dopo una notte insonne. Il capo ti parla e tu annuisci goffamente ma la tua mente è altrove e dire esattamente dove ti risulterebbe impossibile.

Vi è mai capitato? A me sì, più volte all’anno, da quando sono entrata nel mondo del lavoro. Quest’ultimo mese è stato parecchio pesante, anche se ricchissimo di soddisfazioni (a proposito… Grazie per l’esplosione di visite che avete dedicato al nuovo Tbwp! Davvero. Grazie!) insomma, avevo proprio bisogno di staccare.

A volte le cose più belle arrivano per caso. Ed è così che sono capitata, senza troppe riflessioni, al Relais Sant’Uffizio di Cioccaro di Penango nelle campagne dell’astigiano. Sarà forse perché non avevo particolari aspettative, se non quella di staccare qualche giorno e riposarmi. Sarà perché ero distratta, durante il viaggio dalle mail a cui dovevo ancora rispondere e dalle ultime telefonate di lavoro prima della pausa pasquale, fatto sta che quando la mia auto ha cominciato a risalire la collina su cui domina il vecchio monastero restaurato in cui sorge il Relais, sono rimasta davvero senza parole.

Verde, solo verde, tanto verde. Alberi maestosi in piena fioritura e vigne, campi perfettamente identici che si spalancano in un paesaggio mozzafiato da cartolina. Il Relais di Sant’Uffizio sorge al centro di un immenso parco, splendidamente mantenuto, in cui nessun dettaglio è lasciato al caso. A cominciare da quella deliziosa erbetta che per me è stata subito una tentazione irrefrenabile. Un attimo… Et voilà! Ero già scalza ad abbracciare alberi. Sapete com’è… Noi streghe a certi piaceri non sappiamo proprio resistere.

Entrando nella struttura si respira immediatamente aria di lusso, di coccola, di casa. Il sapore antiquato della struttura, perfettamente riadattata all’attuale destinazione, stempera nei comfort più attuali e il fascino dell’antico è reso ancora più caldo e accogliente dal personale impeccabile, pronto a soddisfare ogni vostro desiderio con cortesia e discrezione.

Amore a prima vista, poi, per la deliziosa camera in cui ho soggiornato. Un piccolo gioiello soppalcato, con travi a vista sbiancate e un fiabesco balconcino che spalanca gli occhi sui prati e sui tetti in un meraviglioso rincorrersi di luci ed ombre.

Tuttavia, mie care lettrici, ero lì per rilassarmi e riposarmi e si da il caso che il vero gioiello del Relais Sant’Uffizio sia la meravigliosa Spa che, attraverso le sue immense vetrate, permette agli ospiti di farsi cullare dall’acqua riscaldata della grande piscina, godendosi un panorama mozzafiato.

Sauna, bagno turco, docce emozionali e ogni tipo di trattamento tra i quali spiccano quelli alle erbe aromatiche tipiche della zona. Difficilissimo scegliere e infatti, non sapendo orientarmi tra le tante proposte, ho fatto quello che faccio sempre quando sono indecisa: ho provato di tutto!

Se per caso http://www.farmapet.it/890-kamagra capitaste al Relais Sant’Uffizio non perdete il massaggio al viso, praticato con tocchi leggeri ed uno straordinario siero illuminante all’olio di lavanda.

Meraviglioso il massaggio Lomi Lomi, realizzato dalle sapienti terapiste, con lenti movimenti degli avambracci. E poi l’Hot Stone Massage, il massaggio con pietre calde, decontratturante e tonificante. E ancora il linfodrenaggio. Sono una fan del linfodrenaggio. Me lo concedo spesso, in ogni vacanza relax, perché sgonfia e drena. Provatelo se ancora non lo avete fatto. Dovete trovare chi ve lo faccia bene, però! Al Relais Sant’Uffizio andrete sul sicuro! Parola di Strega Iaia.

E poi ancora il trattamento alla schiena e quello alle gambe e il rilassante Total Body alle erbe medicinali. Insomma… C’è da perdersi.

Acqua e natura. Natura e acqua. Questo è il Relais Sant’Uffizio. Un luogo d’incanto immerso nel più profondo silenzio in cui abbandonarsi e abbandonare, il luogo perfetto in cui lasciarsi andare. Dondolando a filo d’acqua mentre fuori si scatena il verde più verde che la natura sappia donarci.

Un buffet di tisane e frutta fresca è a disposizione degli ospiti ma, ugualmente, la sera non ho saputo dire di no al delizioso ristorante interno. Piatti della tradizione piemontese strizzano l’occhio alla più raffinata cucina contemporanea in un mix di sapori che è un vero piacere per il palato.

A riprova dello straordinario stile e cortesia del personale vi racconto un aneddoto accaduto proprio a cena. Io e mio marito stavamo gustando due ottimi piatti di carne, nella splendida veranda in stile inglese che si affaccia sui prati. Per me tagliata di Fassona, per mio marito un particolarissimo piatto a base di pancetta, cipolle caramellate e miele. Ad un certo punto ci raggiunge il direttore di sala che, appoggiando due bicchieri di vino rosso sul tavolo, ci dice “Permettete, questi li offro io. Per la signora Barbaresco del 2011, per lei signore un Barolo del 2008” In effetti stavamo bevendo, fino ad un attimo prima, vino bianco ghiacciato. Un vero affronto per un intenditore di vini! Ma quando gli abbiamo detto che quello era il vino del nostro primo appuntamento e che stavamo festeggiando sette mesi di matrimonio lui ha sorriso e ha detto che eravamo perdonati.

Vi consiglio davvero di trascorrere qualche giorno in questa dolce dimora di relax, non appena ne avrete occasione. Raramente ho trovato tutto questo in un unico luogo. Atmosfera da sogno, arredi di lusso, cibo straordinario, cura dei dettagli, silenzio, la calma assoluta.

Il Relais Sant’Uffizio entra di diritto tra i miei rifugi segreti. I luoghi speciali dove fuggire quando ho davvero bisogno di staccare. Insomma, tanto segreto no, visto che ora ci siete voi. Ma che vi devo dire, siete le mie Streghette, e la congrega condivide tutto: anche i segreti!

Al prossimo incantesimo…

 

 

 

 

9 Comments

  • Mariella ha detto:

    Wow Iaia…devo dirti che la lettura di questo post mi ha rilassato un pochino e mi fatto tornare il buonumore!!! Che posto meraviglioso: proprio il luogo adatto per rifugiarsi quando il nostro cervello implora pietà chiedendoci un po’ di meritato riposo…
    Trovo il tuo blog ancora più magico in questa veste…è veramente formidabile!!!

    • Iaia De Rose ha detto:

      Ne sono tanto felice Mariella. Ha richiesto mesi di lavoro ma piace molto anche a me. 🙂
      Riguardo Sant’Uffizio… Sì, te lo consiglio assolutamente.

  • Valentina ha detto:

    Che bel posto! scusa Iaia la mia ignoranza in materia,ma:cos’è una doccia emozionale?? 🙂

    • Iaia De Rose ha detto:

      Una doccia con particolari giochi di acqua, luci e aromi che porta un rilassamento profondo e una sensazione di grande benessere.

  • Liz ha detto:

    Wow Iaia! !! Che posto incantato! !! Non mi stupisce il fatto che con i tuoi poteri da strega tu sia riuscita a scovare un posto così! Veramente stupendo! E stupenda tu! Un bacione!

  • Debora ha detto:

    Ciao Iaia ti seguo da tempo ma non ho mai sritto un commento…ammetto..sono molto timida 🙂 comunque volevo solamente dire che dopo questo post ho prenotato IMMEDIATAMENTE per il mio compleanno per me e il mio lui…non ho mai avuto l’occasione di andare in una spa quindi questa è la mia prima volta e mi hai spinto proprio tu con queste foto stupende!!! 🙂 Andremo in questo fantastico posto a maggio quindi non posso ancora avere un mio parere ma dopo aver prenotato il soggiorno mi hanno inviato il listino dei trattamenti disponibili..eeee….la domanda sorge spontanea…e adesso quali scelgo? se fosse per me darei fondo a tutti i miei risparmi :-p ma non mi sembra il caso hahaha la scelta è troppo ardua..aiutami tuuuuu:-) Comunque colgo l’occasione e ti ringrazio per condivdere con noi tutte queste chicche. Un bacio. Debora

    • Iaia De Rose ha detto:

      Allora… Fai il massaggio al viso, sicuramente. Poi il lifodrenaggio TOP! È il rilassante alle erbe e alla schiena. L’ha fatto mio marito e dice che è pazzesco. Ah… Dì che ti mando io!

      • Debora ha detto:

        Wow Iaia super veloce!!! 🙂 Grazie per i consigli li proveremo tutti!!! Poi ti saprò dire 😉
        Un bacione e alla prossima 🙂 (Ovviamente dico che mi mandi tu :-))
        Debora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *