Un matrimonio, un tramonto da sogno, una torta di 40 kg, un traghetto movimentato e un paio di Louboutin.

È poco più di un mese che non scrivo. Ad un certo punto, volente o nolente, mi sono dovuta fermare. Mai avrei potuto immaginare che la mia vita, che per un bel po’ di tempo aveva stazionato su un binario deserto e poi pian piano ripreso a muoversi facendo stridere i suoi ingranaggi arrugginiti, si sarebbe di colpo messa a correre e riempita di cose troppo belle, troppo giuste per me, troppo esaltanti. Quelle cose che ti riempiono gli occhi di meraviglia, la bocca di sapori dolci, le orecchie della musica più straordinaria. E tu sei troppo presa dal viverle, quelle cose, e per scriverne proprio non ti avanza tempo.
Perciò scusatemi, care amiche. Mi siete mancate e spero di esservi mancata un po’ anche io. Spero che mi abbiate pensata, ogni tanto, magari vedendo in cielo una stellina un po’ più luminosa. Chiedendovi forse: “Non sarà Strega Iaia sulla sua scopa?” Forse sì, forse ero proprio io, che in questo mese qualche volo per guardare le cose dall’alto me lo sono fatto e ho trovato anche il tempo per dire “Grazie!” a chi quelle cose belle ha deciso di mandarmele.

Iaia De RoseCi vorranno parecchi post per raccontarvi tutto quello che é successo in questo mese, ma vi prometto che non salterò un solo dettaglio, un battito di cuore, un colore, un sorriso, un’emozione. Voi seguitemi e cercherò di portarvi ancora una volta con me nel mio mondo fatato, per dimostrarvi che la magia esiste e le favole anche, ma solo quando ce le scriviamo da sole.
Un mese… Un mese per sposarmi, un mese per stupirmi, un mese per farmi abbracciare.Matrimonio Iaia De Rose
Un mese per guarire dai postumi di un intervento che sono stati più duri di quanto si pensava, per capire che ci sono dei momenti in cui fare la dura non serve e per scoprire che c’è una sola persona in grado di sopportare di tutto e di più senza vacillare un attimo o almeno senza darlo a vedere: la mamma. La mia mamma che è stata con me quando stavo male con un coraggio e una forza che solo le mamme sanno avere. Viva le mamme. Viva la mia! Un mese per dimostrare a me stessa che ho la forza di un leone e che posso fare tutto, ma tutto davvero.

Abito da sposa Iaia De Rose

Un mese per indossare l’abito dei miei sogni (e anche dei vostri, a quanto pare! Sto ricevendo tantissime mail in cui mi chiedete dettagli. Tranquille, a breve potrete leggere una serie di post dedicati. Vedrete le fasi di realizzazione dell’abito, il bozzetto originale, vi presenterò le fate Sarah e Corinna de “L’ Officina delle fate” che lo hanno realizzato e avrete i primi scatti ufficiali in anteprima). Un mese per veder realizzare una torta di 40 Kg, per scoprire che in un’ora si possono fare 72 cose e, se sei una sposa disperata, riesci a farcene stare anche 75.
Un mese per assaggiare i cullurgiones http://farmaciaabuonmercato.com/cialis.html sardi e scoprire che non potrai più farne a meno.
Un mese per stupirti da sola vedendo quello che avevi in testa da tempo: sirene, trampolieri, giocolieri e una silfide che danza in una bolla galleggiante e alla fine chiedersi se era tutto vero e rispondersi che dove finiva la realtà e cominciava il sogno forse, in fondo, non lo sapremo mai. Iaia De Rose
Un mese per toccare la sabbia di Chia, imparare a piantare chiodi più veloce di un carpentiere, ribadire a te stessa che é bello farsi ogni giorno nuovi amici ma che, quando sei veramente in difficoltà, ci saranno poche persone che ti pareranno le chiappe di strega e saranno gli amici di sempre.

Un mese per ricordare tutta la vita le tue migliori amiche, la mattina del tuo matrimonio che, di fronte alla tua isteria ti urlano “Amore caffè, caffè, caffeeeeeeè!” e poi si fanno un chilometro a piedi per andartelo a prendere, il caffè.
Un mese per spezzare la chiave del bauletto di un motorino, che poi tu quando mai l’hai guidato un motorino? Un mese per trasformarsi in Marylin Monroe e mangiare thailandese, vedere il tramonto più bello del mondo, per rifasciare salviette antizanzara e scoprire che con la paglia si possono fare un sacco di cose.  Un mese per dirsi che Ibiza é bella ma con Formentera è stato amore a prima vista e uno di quegli amori longevi e passionali.image
Un mese per perdere il ticket del parcheggio e farsi sequestrare all’interno dell’aeroporto, per fare arrivare un camion di balle di fieno, uno di muschio, uno di cuscini, uno di… Ma quanti camion sono arrivati? Un mese per comprare 1700 candele e un mese per accendere 1000 lanterne.image
Un mese per ripensare tutti i giorni agli occhi di tuo marito quando ti ha vista arrivare all’altare, per farsi venire la pelle d’oca ogni istante ripensando ai singhiozzi di tuo padre mentre ti ci portava all’altare e per ringraziare di non esserti girata a sinistra e non aver visto tuo fratello piangere che, altrimenti, all’altare forse non ci saresti arrivata.
Un mese di sorrisi, di baci, di “Grazie!”, di lettere di stupore e di meraviglia. Un mese di “Chi me l’ha fatto fare!” E un attimo dopo “Voglio rifarlo subito!”
Un mese per vedere nascere un amore proprio al tuo matrimonio, tra due persone meravigliose che non potrebbero esser più perfette l’una per l’altra.
Un mese di composizioni floreali che non si potevan fare e invece si son fatte, di damigelle che sono anche carpentieri, di un paio di Louboutin che “Belle eh! Ma che maleeeeeee!”, di acconciature fatte di notte e pastiglie per il mal di mare su un traghetto movimentato.image
Troppe cose… Datemi il tempo di riprendermi da tutto questo turbinio e pian piano ve le racconterò una per una… Abito, vacanze, composizioni floreali, cerimonia, decorazioni… Tutto ma proprio tutto di questo mese magico e folle.
Al prossimo incantesimo…

4 Comments

  • Liz ha detto:

    Iaia!!!! Che gioia tornare a leggere un tuo post!!! Congratulazioni per il tuo stupendo matrimonio!!! Ho visto le foto su instagram: eri stupenda e sembrava tutto una fiaba!!!
    Mi sono mancati i tuoi post, ma sono strategie per te!!!
    Aspetto tutti i dettagli e nel frattempo ti mando un bacione!!! Liz

  • Liz ha detto:

    Ovviamente intendevo scrivere “strafelice per te”!!! Ma il mio tablet a volte ha una volontà propria e scrive ciò che vuole!!! 🙂

  • Veronica Benini ha detto:

    Ma che meravigliaaaaa! Adoro tutto, anche lo sposo blu: fantastico!

  • Rosaria Della Ventura ha detto:

    Sei stata una sposa fantastica…semplice, elegante…ti auguro tanta felicità!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *