L’importanza di chiamarsi blazer

Iaia De Rose

Datemi borse, scarpe e capi spalla e mi avrete resa una donna felice.

Sono questi i capi sui quali amo investire. Perchè? Sono meno legati alle “mode del momento”, dimostrano in maniera inequivocabile se dietro la scelta di un outfit azzeccato c’è un ragionamento o casualità, sono in grado di trasformare in chic, originale, sensuale (e potrei aggiungere mille altri aggettivi) anche un paio di jeans consunti e una camicia bianca.

Iaia De Rose

Credo di avere, nel mio guardaroba, oltre 20 capi tra cappotti e giacche. Alcuni sono lì da una vita.

Mi piace mescolare, farmeli fare (come per il mio adorato cappotto cammello ), recuperarli nei negozietti vintage oppure nelle catene low cost. Non c’è snobismo… No. Non è detto che per forza un bel pezzo debba essere firmato. Spesso mi innamoro di capi assolutamente economici, puchè siano ben tagliati, ben cuciti e di buon materiale.

Iaia De Rose

Da un po’ di anni a questa parte, poi, sono letteralmente impazzita per i blazer. Li amo.

In tutte le forme, misure e colori sanno rendere sofisticato qualunque look. Proprio qualunque.

Volete un esempio? Qualche tempo fa stavo lavorando ad una produzione televisiva in trasferta. La mattina ci svegliavamo prestissimo e io praticamente mi trascinavo nella sala colazione dell’hotel con addosso le mise più improbabili.

Ci mancava poco che mi portassi dietro il piumone.

Quella mattina ero lì intenta a bere il mio cappuccino con i capelli annodati in una crocchia, una maglietta oversize, i jeans boyfriend e ancora lo stampo del cuscino sulla faccia. Faceva freschino, però, e mi ero appoggiata un blazer nero sulle spalle.

Mi si avvicina questa ragazza, che lavorava con me alla trasmissione, e mi fa “Iaia ma come fai? Anche appena sveglia sei sempre così chic!”

Io ridendo le ho risposto “Un blazer ci salverà, amica mia!” facendole notare che non avevo nulla di sofisticato addosso se non quella giacca sulle spalle che rendeva tutto l’insieme ricercato quando, credetemi, di ragionato c’era solo un martellante “Colazione! Devo fare colazione!” che mi aveva buttata giù dal letto.

Iaia De Rose

Potrei raccontarvi mille storie di occasioni in cui mi sono affidata ad un blazer quando l’insieme dell’outfit, magari riservato ad un evento, mi sembrava

  • troppo sciatto
  • troppo sexy
  • troppo casual
  • troppo stravagante

Insomma… Se ancora non avete un blazer nel guardaroba (scherzate vero?) correte subito a comprarne uno e portatelo con voi in vacanza. Poi lasciatelo nel guardaroba tutto l’anno!

Ora per le serate più fresche, in autunno sotto le stole di cashmere, in inverno in ufficio.

Vedrete quanto lo indosserete!

Iaia De Rose

Blazer: Zara

Dress: Zara

Sandals: Steve Madden

Bag: Prada

Earrings: Bianca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *