Il perfetto look da spiaggia. 5 errori da non commettere.

Credevate di potervi semplicemente rilassare e godervi un meritato riposo sdraiate al sole e agghindate come vi pare eh? Eh no! Perché anche la spiaggia ha le sue regole. Ferree regole di stile a cui una femmina chic non deve mai venire meno pena l’espulsione immediata dalla congrega delle streghe stilose. E questa sarebbe davvero una terribile sconfitta per tutte. Non credete?

Quindi leggete, consorelle, leggete. Indottrinatevi ora e rendetemi orgogliosa di voi tra qualche giorno, da Ibiza a Gabicce Mare, da Gallipoli a Mykonos. Ricordate che, anche se non sarò esattamente lì di fianco a voi, Strega Iaia tutto può, tutto vede e tutto sa. Insomma. Se mettete la pinza di plastica in testa… Io lo verrò a sapere. E sarà peggio per voi.

5 errori di stile da non commettere in spiaggia

1) LA PINZA IN TESTA. Ecco, appunto. Non mi fate salire il fumo al cervello che i miei neuroni son già pochi esemplari in una landa bionda e desolata e il fumo non gli fa bene per niente.

La pinza in testa è un no. Un no categorico. Un no totale, un no che non conosce eccezioni. E non mi importa se sia di plastica, di corno,  di stoffa, di cocco o di oro zecchino. Fa schifo. Fa schifo e basta. Quindi dimenticatela.

Per domare i capelli esistono valide alternative. La prima è tenerli sempre bagnati e pettinati all’indietro, aiutandosi con uno specifico olio protettivo. Questa, a parer mio, è la scelta più sofisticata. Quando cominceranno ad asciugarsi vi daranno un’aria easy, scompigliata e super sexy.

Se siete davvero molto accaldate legateli, semplicemente. Una coda è molto più elegante di altre bizzarre soluzioni che non incontreranno mai il mio favore. E se, come me, siete del tutto pazze e non volete che si veda l’elastico vi basterà fare un buchetto tra i capelli subito sopra l’elastico e farci scivolare dentro la coda. Otterrete l’effetto che vedete. in questa foto. Non è carino?

 

Iaia De Rose-The Blonde Witch Project

2) IL TRUCCO No, dico, siamo impazzite per caso? Mi sono giunte voci che tra le umane babbane viga questa bizzarra consuetudine. Truccarsi in spiaggia, ma che volgarità! Il trucco in spiaggia è da dimenticare!  Ci rende ridicole, pacchiane e INSICURE. Che è la cosa che sopporto meno, a dire il vero. Le donne struccate sono bellissime. Bellissime con le loro lentiggini, con il naso screpolato e le gote arrossate. Bellissime coi capelli indomabili e le labbra secche. Bellissime e basta. E non c’è nessun motivo al mondo percui i maschi possano andarsene in giro con quelle brutte facce barbute senza ombra di fondotinta e noi, invece, dobbiamo essere condannate a riempirci di stucco. Quindi, no! Il trucco in spiaggia è vietato!

Vi sentite insicure e senza ombra di make up proprio non ce la fate? Esistono delle creme a fattore di protezione 50 (assolutamente un Must in spiaggia se non volete ritrovarvi con la faccia di Tuntankamon tra qualche anno) leggermente colorate. Come quella di Ultrasun che trovate in vendita su www.qvc.it

Potete poi mettere un pochino di olio di semi di lino sulle ciglia e sulle labbra. Le manterrete idratate e luminose.

 

Iaia De Rose-The Blonde Witch Project

3)  I TACCHI I tacchi in spiaggia sono l’equivalente delle infradito in città. Una scelta da buzzurra! E voi non siete buzzurre, giusto? Voi siete gnocche.

Perciò in spiaggia (o in piscina, alla terme, in Resort, insomma ovunque ci sia acqua nel raggio di 100 metri http://www.farmapet.it/890-levitra lineari) noi mettiamo i saldali o le infradito rigorosamente flat. Senza ombra di tacco.

Ci sarebbe da dire che io odio, detesto, aborro le infradito di gomma. Ora, tenendo conto del fatto che io sono una insopportabile estremista dello stile (uno stile per di più che è tutto mio e, pertanto suscettibile a critiche e pareri contrastanti. Ne prendo atto, anche se l’idea che qualcuno possa contraddirmi mi disturba non sapete quanto.) vi concedo di portare con voi una borsina che contenga le vostre orride infradito di gomma (sceglietele sottili, per carità. E senza abominevoli strass, ve ne prego) in modo che possiate sostituire gli splendidi ma delicati sandali di pelle, una volta sul bagnasciuga.

Chiaramente le orride infradito di gomma finiranno a tempo record nella loro borsina una volta fuori dallo stabilimento balneare. Siamo intese?

 

Iaia De Rose-The Blonde Witch

4) LE UNGHIE RICOSTRUITE Personalmente le detesto anche in città ma, al mare, le trovo davvero aberranti. Quelle sui piedi poi, ecco, non esiste aggettivo per descrivere quanto mi facciano accapponare la pelle.

Decorazioni, ghirigori, strass, french (classiche o colorate), no no no e poi no.

Smalto, rigorosamente abbinato mani e piedi o trasparente sui piedi e colorato sulle mani (o viceversa). Se avete le unghie fragili, come le mie, un bel semi permanente risolverà il problema. Fatevelo applicare prima di partire. Durerà circa 15/20 giorni.

Le unghie in spiaggia si portano rigorosamente corte. Per le mani due millimetri oltre il polpastrello è la lunghezza massima tollerabile.  Per i piedi… Corte! Santi numi! Corte! Vi pare che si possano portare le unghie dei piedi lunghe? Gli artigli lasciamoli alle bestie nella savana. A meno che non vogliate ottenere l’effetto Cougar. E se siete così scellerate da sentirvi “la pantera di Forte dei Marmi”, Strega Iaia non può salvarvi e credo non potrà farlo nessun altro.

 

Iaia De Rose-The Blonde Witch Project

5) IL COSTUME DELLA TAGLIA SBAGLIATA Questo vale a prescindere dalla vostra forma fisica, taglia, misure. Il costume va scelto della propria taglia, quella giusta. Ne troppo largo ne, tantomeno, troppo piccolo.

Se lo sceglierete troppo largo al primo bagno imbarcherete più acqua del Titanic in fase di naufragio con il terrificante risultato di un rovesciamento della mutande mentre scavalcate il castello di sabbia costruito sul lungomare da una colonia di bambini. Un brutto momento da vivere, insomma.

Se lo sceglierete troppo piccolo mi farete l’effetto “Insaccato Negroni” che va bene che “Le stelle sono tante milioni di milioni…” ma io preferisco che la coppa arrotolata resti nel mio frigorifero e non mi compaia sulle cosce.

Anche per la scelta del costume ci sarebbero delle dritte da seguire. Ma questa è un’altra storia, se vorrete ne parleremo in un prossimo post.

Ah… Un’ultima cosa, importantissima. Per favore, per andare al bar, al ristorante, a prendere da bere, a sorseggiare un cocktail, insomma non appena staccate i piedi dalla sabbia COPRITE LE VOSTRE DANNATISSIME CHIAPPE. Non sopporto chi sculetta con tutta la roba di fuori in mezzo ai tavoli mentre le altre persone mangiano. È una cosa che trovo davvero cafona e mi fa imbizzarrire.

In ogni caso, qualunque sia l’idea scellerata che vi verrà in mente di mettere in atto in spiaggia,  prima di farlo, pensatemi! Pensate all’ Avada Kedavra che vi scaglierei contro se fossi lì con voi. E, soprattutto, ricordate

Strega Iaia, anche in vacanza, vi vede.

Al prossimo incantesimo…

30 Comments

  • Sara ha detto:

    Condivido in pieno!! Mitica strega Iaia… ti leggo da un po’ e i tuoi pezzi sono strepitosi! Complimenti 🙂

  • Grazia ha detto:

    Concordo pienamente! Brava Iaia.

  • ranawaiana ha detto:

    stra d’accordissimo su tutto! mi sento già più gnocca visto che queste accortezze mi son sempre venute abbastanza naturali da sempre!

    unico appunto che mi sento di segnalarti – lo smalto trasparente: col sole / salsedine / cloro / ecc tende a diventare GIALLO! (sono stata messa in avviso dall’amica/estetista mentre eravamo al mare qualche anno fa…)

    ti seguo volentierissimo, solitamente silenziosa – ma questo mi sembrava utile condividerlo. 😀

  • Arianna ha detto:

    Ahahahah,questo post è una rivelazione…Strega Iaia vi vede…fantastico!!!tempo tre secondi ho adottato lo stratagemma nascondi elastico,stavo leggendo il post e avevo la coda…et voila’!!!

    • Iaia De Rose ha detto:

      Mitica! Visto che figata? Rapida e di grande effetto.

      • maddy ha detto:

        Ciao Iaia ti seguo da giugno sei veramente forte, sono d’accordo su tutto, anche su non tacchi in spiaggia, ma quest’anno ho ceduto…ho comprato delle infradito un pochino alte dietro…come si fa Iaia se sei piccina piccina come me, meno di 1,60? e, devi spogliarti e semmai ci sono pure 3 chiletti in più?

        • Iaia De Rose ha detto:

          Si fa che si va in giro fiere della propria altezza. Vuoi che ti dica quante cose sono a favore di una donna piccina? Sarà sempre più aggraziata di una stangona, se siete formo sette sembrate delle bamboline e, fidati di me, gli uomini adorano le ragazze piccine!
          I 3 cm te li concedo, ma che siano solo 3 eh! Baciiii

  • FrancescaBG ha detto:

    Ciao Iaia,
    post divertente e utile! Ti sottopongo una questione: io odio i capelli piatti. Puntualmente dopo il bagno si asciugano spiaccicandosi sulla testa, per questo uso sempre una mollettina (piccola e del colore dei miei capelli) per tenerli su, giusto per conferire loro un pò di volume, che ne dici? Passabile come cosa?

    Grazie!

    Francesca

  • grazia ha detto:

    sono d’accordo con te su tutto specialmente quello di non andare in costume al bar.Brava France

  • Martinette ha detto:

    Iaia che cita le maledizioni e gli incantesimi di Harry Potter è la bellezza.
    Parole sante! E buona estate a tutte!

  • Liz ha detto:

    Troppo bello questo post Iaia! Mi sono divertita tantissimo a leggerlo! Tra l’altro proprio ieri mi sono concessa una mezza giornata al mare: costume della mia taglia, zero trucco (non mi sono mai truccata in spiaggia, anche perché tra sole, caldo e sale penso che il trucco diventi facilmente un mascherone), protezione 50+ e i miei capelli indomabili racchiusi in una treccia laterale.. che dici, per questa volta sono promossa? Un bacio! ♡

    • Iaia De Rose ha detto:

      Promossa a pieni voti! Ma del resto tu sei la mia Strega Master!
      Ps. Spieghiamo a tutte le altre lettrici. Strega Liz ė stata la prima a commentare un mio post. Ed è tra le mie più assidue lettrici e sostenitrici!

  • Mariella ha detto:

    Cara Iaia, per fortuna sei giunta a dare una svolta alla mia giornata e ora sto fissando divertita lo schermo del mio computer…credo di rispettare abbastanza le tue regole…al mare per me la parola d’ordine è NATURALE…è l’unico momento dell’anno in cui non sento la necessità di truccarmi o di far si che i miei capelli rispettino la piega del phon…se fanno i boccoli e hanno volume tanto meglio….che bello quando assumono quel bel riflesso ramato…se li devo raccogliere niente pinza…al massimo uno chignon, dove non si vede l’elastico nemmeno se lo cerchi…ti abbraccio cara Iaia…
    P.S.: il venerdì e il sabato lavoro in un negozio di una nota catena che vende elettrodomestici e prodotti di tecnologia….non sai quanti ne becco con le infradito di gomma…sia uomini che donne…ABOMINEVOLI!!!! Ci vorresti tu a dire che NON SI FA!!!

  • Ely ha detto:

    Cara Iaia,
    è il primo post che commento anche se ti leggo già da qualche mese Mi rincuora leggere quanto da te scritto ebbene si pensavo d’essere l’unica ragazza che si strappava i capelli ogni qual volta vedeva una donna truccata pettinata e agghindata in spiaggia come se stesse sfilando su un red carpet Se posso permettermi ti sei scordata un altro OFF LIMIT Rullo di tamburi… Il topless

    • Iaia De Rose ha detto:

      Ecco vedi… Io con il topless vado d’accordo. Non ci trovo proprio nulla di male. Purché in spiaggia e in acqua, non in giro per settori attigui tipo cabine, bar, ecc…

  • SilviaMamma ha detto:

    Ciao Iaia,
    ti seguo su QVC e su Twitter ma qui è la prima volta che commento.
    Sono d’accordo con te su tutto praticamente, però secondo me ti sei “dimenticata” di segnalare quelle che vanno in spiaggia ingioiellate tipo Madonna del Rosario. La settimana scorsa ero a Vieste in Puglia e due ombrelloni avanti a me c’era una “sciura” con almeno una decina di bracciali sul polso destro e un Rolex ENORME sul polso sinistro. Tenuto conto che c’erano quasi 40° mi sono chiesta come potesse sopravvivere con tutta quella roba addosso. Tu che ne pensi?
    Baci e buona giornata

    • Iaia De Rose ha detto:

      Sono d’accordo con te. Ci sarebbero tanti BIG FAIL da aggiungere. Magari arriveranno in un prossimo post! Baci

  • La Gio ha detto:

    Iaia questo post mi ha fatto morireeeee!!!! È di un’ironia e di una finezza mentale uniche!!!! Prometto che troverò un’alternativa valida al “ciappo” ovvero alla pinza 😛

  • Vetto ha detto:

    Hai ragione Iaia,soprattutto le unghie lunghe dei piedi sono orribilanti anche perché allungandosi tendono a incurvarsi….io le trovo volgari anche su piedi bellissimi…fortunatamente non ho questo problema le unghie dei miei piedini (36) non crescono….nemmeno usando fertilizzante chimico:)

  • Silvia G ha detto:

    Concordo con tutte le membra del mio corpo su TUTTO ciò che hai elencato!!!
    NSPG….Nun se possono guardà!!!! ahahahahahah!!!
    Vorrei aggiungere:
    – talloni screpolati e spaccati . Puoi indossare anche un bikini di Victoria Secrets, ma se hai dei piedi da vomito torna pure a casa!
    – ascelle non depilate. Serena Grandi era davvero sexy in “Rimini Rimini” con le ascelle incolte…Ma gli anni 80 sono finiti…facciamocene una ragione!
    Baci Iaiaaaaaaaaaaaa
    S

  • Jessica ha detto:

    Cara streghetta, ti ho appena conosciuta me già ti adoro!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *