Fallo innamorare in 3 mosse

Ma guardate, secondo me, le mosse per farlo innamorare sono anche meno di tre.

Ogni giorno mi guardo intorno con grande curiosità. Sono un’appassionata di vita, di gente, di luoghi fisici e mentali, di emozioni.

Mi piace osservare le persone. Cercare di capirle.

Sono curiosa. Mi piace approfondire. Voglio sempre capire il perché e il per come.

Praticamente sono una rompicoglioni.

Corretta osservazione. So che lo stavate pensando.

Comunque ad esser come me ci sono anche dei vantaggi. A furia di osservare, ascoltare, consigliare, spiare, capire mi sono fatta una discreta cultura su persone e relazioni e soprattutto su quelle sentimentali.

Più di tutto, ormai lo sapete, mi appassionano le donne. Mi appassiona il nostro esser così forti da far da pilastro portante di famiglie e aziende intere e poi al tempo stesso il saper crollare a terra in mille minuscoli frammenti di vetro per il solito stronzo che non  ci ama.

Dai. Ma davvero?

Sì. Davvero.

Pare proprio che il sentirci amate sia la condizione senza la quale non riusciamo a rimanere in piedi. Anche oggi. Oggi che le donne da sole spostano le montagne.

Ma davvero? Eh sì. Davvero.

“Lui non mi vuole” “Non gli piaccio” “Non vuole una storia seria” “E’ spaventato. Indeciso. C’ha il mestruo. Gli è morto il gatto. Chi lo sa.”

Io queste cose le sento ripetere ogni giorno. E le leggo nei vostri messaggi.

Messaggi di studentesse, casalinghe, avvocati, imprenditrici, maestre, moglie, ex mogli, amanti, belle, brutte, magre, grasse, furbe e meno furbe che poi dai, quando corriamo dietro ad uno che non ci vuole “Furbe cosaaaaa???”

Siamo tutte sulla stessa barca.

C’è sempre un “MERDA”  (Un giorno scriverò un post su “Il merda” categoria di maschio da me identificata, analizzata ed ampiamente presa in analisi per neutralizzare la specie.)

Il MERDA non ti fa sentire all’altezza. Non ti senti abbastanza.

Abbastanza bella.

Abbastanza sexy.

Abbastanza giovane.

Abbastanza in gamba.

 

 

Tutti gli uomini possono potenzialmente essere più o meno merda. Coi merda ormai conclamati non c’è proprio niente da fare e sono da evitare come la peste bubbonica.

Ne parleremo perché il tema mi sta molto a cuore.

Ma sappiate che, tendenzialmente, tutti gli uomini hanno in sè il gene di un merda.

Quel gene salta fuori perchè quasi tutti gli uomini tendono a prevaricare, se gliene si da modo. E poi sono distratti, inconstanti, si annoiano facilmente e nella confort zone non si eccitano un granchè. Grande problema questo. Anche per noi. Forse soprattutto.

Ecco perchè quando pensiamo di esserci comportante come la fidanzata modello… Ci scaricano.

Sta a noi tenere sotto controllo il gene merda. Sì sì. Avete capito bene.

Il gene merda si tiene a bada con 3 mosse, ma ve ne svelerò presto altre. 3 mosse che in più vi renderanno irresistibile agli occhi di qualunque uomo e lo faranno innamorare follemente di voi.

Se stai pensando “A me vanno tutte storte” e ti sembra che le tue storie somiglino l’una all’altra e che alla fine tu finisca sempre in una condizione di devastazione totale e di autostima sotto i piedi… Ho una notizia da darti.

Forse sei un’attira merda. Che detta così non è una cosa molto bella ma, credimi, si può guarire.

Quindi eccoti 3 mosse facili per scrollarti di dosso quell’aria da Biancaneve in attesa del principe, diventare una super gnocca e farli cadere tutti ai tuoi piedi.

  1. Quando sei stata creata ti hanno dato tutto ma proprio tutto quello che ti serve per essere felice. Quando dico tutto intendo veramente tutto. Non sei stata creata per camminare mano nella mano con qualcuno per il resto dei tuoi giorni ma per camminare salda sulle tue gambe. Per correre. magari al fianco di qualcuno, chi lo sa, ma senza appoggiarti a lui per restare in piedi. Perciò se stai pensando “Senza di lui non ce la faccio” o “Starei molto meglio se avessi un uomo!” sei senza ombra di dubbio un’attira merda e ti conviene svegliarti in fretta. Il problema è che quando siamo in quella fase lì diamo una serie di segnali che i maschi sono abilissimi a captare. Nessun uomo sarà mai attratto da una donna bisognosa. Mai. Forse per una sera. Di certo non per la vita. Gli uomini sono attratti dalle donne che emanano sicurezza ed EQUILIBRIO. Scrivitela in grande sullo specchio del bagno questa parola EQUILIBRIO. Cerca il tuo. Devi starci da sola. Deve essere tutto come lo vuoi. Tu e solo tu. Quando sarà un equilibrio praticamente perfetto ( e perfetto solo per te) le cose tutto intorno cominceranno a cambiare.
  2. Avete mai fatto caso  a come le donne cambiano quando cominciano a frequentare un uomo? Incredibile, non è vero? Se avete amici maschi vi sarà capitato di osservare uomini che si fidanzano e escono meno, ma se avete confidenza per farvi dire il perché, vi diranno che “Lei scoccia!” “Lei è gelosa!” “Lei non vuole!” e lo faranno lamentandosene parecchio. Le donne no! Noi siamo felici di cambiare per il nostro uomo! Noi siamo felici di passare più tempo con lui e meno con le amiche di una vita. Noi siamo felici di andare a cena dove lui preferisce, di mangiare le cose che piacciono a lui, perfino di cambiare colore di capelli se lui suggerisce che “Mora staresti meglio!” Ma vi rendete conto di quanto sia assurda questa cosa? Lo facciamo pensando di farlo felice, di dimostrargli quanto teniamo a lui. Ma mettere da parte i nostri interessi, persino il nostro gusto e le nostre idee per dare la precedenza alle sue è quanto di più dannoso possiamo fare. Mentre all’inizio sembrerà felice dei gesti che facciamo per lui dopo un po’ si troverà a fianco una donna che non ha più niente di stimolante ma è solo una bambola senza personalità. Fategli perdere la testa dichiarando i vostri sogni e se vi dice che la minigonna vi sta male mettetene una ancora più corta e il giorno dopo ancora di più. Fategli capire che non avete bisogno della sua approvazione per sentirvi felici. Vi adorerà.
  3. Io credo che l’indipendenza sia fondamentale. Indipendenza di intenti, di pensiero, di idee e, sì, anche economica. L’ho detto. Ve lo devo dire, perché vi voglio bene. Gli uomini sono attratti dalle prede che danno loro l’idea di poter scappare da un momento all’altro se le cose non vanno più come desiderano. Della serie “Se mi tratti bene e mi fai sentire amata sono qui e avrai il meglio di me. Ma se sgarri mi perdi, capito cocco?” Va da se che in quest’ottica l’indipendenza totale sia fondamentale. In fase di corteggiamento lo è perché se date l’idea di avere una vita già piena e soddisfacente lui sentirà di doversi dar da fare per entrare a farne parte. Quando il rapporto è già consolidato l’indipendenza diventa ancora più importante perché non c’è niente di meno eccitante di una donna che dipende dal proprio uomo. Qualcuna ora penserà… “Io ho una casa a cui badare. Ho dei figli!” Il punto è che per dimostrare indipendenza non c’è bisogno di guadagnare grandi cifre, basta darsi da fare. Basta metterci l’impegno di voler davvero pensare a sè, crearsi il proprio spazio professionale cercando anche un piccolo lavoro o lavorando da casa. L’indipendenza comincia quando si decide di volere essere indipendenti. Ci sono donne che sono state in grado di rendersi indipendenti e trasformare la loro vita dopo aver perso il lavoro, in condizioni economiche devastanti e con 50 euro sul proprio conto non sapendo neanche cosa avrebbero fatto il giorno dopo. Credetemi, esistono. Ne conosco una. E’ bionda, svampita, lavora in tv e con i Social Network ed oggi sembra proprio una tipa tosta. Che, per caso la conoscete anche voi? 😉

 

Al prossimo incantesimo…

 

1 Comment

  • Stella ha detto:

    Mi piace moltissimo questo post!!da ricopiare su un muro di casa e leggerlo ogni volta che ci passiamo davanti!!!kiss

Rispondi