Essere figa in Inverno è impossibile

Sì, sono io. Quella che ha scritto le regole della gnocchitudine.Quella che sogna un esercito di “vere gnocche” che attraversino in marcia città e paesini, sui loro tacchi alti, col piglio deciso di chi della figaggine ha fatto un filosofia di vita. 

E prima che qualcuna, arrivata qui per caso, salti su con “La bellezza non è tuttoooooooo!”, leggete il post dedicato che trovate QUI, che la gnoccaggine ha poco a che vedere con la bellezza.

Gnoccaggine è molto di più.

E noi vogliamo esser gnocche, non è vero? Di belle e basta ce ne sono fin troppe. 

È anche vero che è un po’ difficile atteggiarsi a vera gnocca se ti senti un cesso con le ruote. No?

Se volete dire di no dite pure di no. Ma sappiamo tutte che mentite! 

Se ti vedi carina ti senti figa. È un fatto.

Io perlomeno voglio vedermi carina. Anzi voglio vedermi proprio WOW! E a cosa corrisponda WOW ovviamente lo decido solo io.

Frega niente delle riviste. Delle pubblicità. Di Belen. Di mia zia. Tantomeno degli uomini.

Iaia wow so io com’è! 

La vostra versione wow la dovete decidere voi. E cercarla voi. 
Ora ho una cosa da dire.

Ecco. Cercatela in estate.

In primavera, toh! 

L’Inverno, nella ricerca della gnocca, è da escludersi.

L’inverno per noi fighe è il pozzo dei mali.

È il peggiore girone dell’inferno dantesco.

E lammmmorte.
Ma chi riesce ad esser figa col mocio al naso perenne? Come puoi esser figa con la couperose che ti fa il paio come Cip e Ciop?

Provaci a fare la figa senza calze a Milano, come me ieri sera che i collant “Cosa sono ste cose da cessa?” e poi oggi reumatismi, placche in gola, tubercolosi, morte.

Fai la figa, sei ci riesci, uscendo dal parrucchiere con la piega di Angelina Jolie che appena entra in contatto con le accoglienti condizioni climatiche milanesi trasforma i tuoi capelli in una ciotola di ramen.

Fai la figa col colorito della nebbia, in 16 gradazioni di verde.

Coi peli sulle gambe (dai lo sappiamo tutte che la ceretta in estate è ogni 15 giorni in inverno è solo in caso di date. E siccome da ottobre a febbraio siamo tutte cesse, di date neanche l’ombra, quindi foresta amazzonica sulle cosce)

Poi c’è il tema dieta. 

Provaci ad esser figa con la Nutella in dispensa, la polenta taragna, il panettone, il torrone, le mandorle glassate, il brasato e il risotto ai funghi.

Mi viene spontaneo un “Mammuori” a tutti i nutrizionisti del mondo. Tranne la mia ovviamente. Che è una santa.
E il look. L’outfit.

Ok. Ho un segreto da svelarvi.

Quei look delle foto che vedete qui… Ecco. Li tengo su 11 minuti. Giusto il tempo degli scatti. Imprecando in cingalese e dando fondo a tutta la mia scorta di parolacce apprese dal primo Plasmon ad oggi.

Perché in realtà io in inverno, la mattina quando porto Giorgio di sotto, sembro una gattara fuggita da un reparto psichiatrico.

Io uscirei di casa avvolta nel piumone, trascinandomi dietro tutto il letto.

Me ne andrei in giro fieramente così, con le mie due piazze di morbidezza sulla schiena.

Altro che Outfit of THE Day. Altro che fashion blogger. Altro che figaggine.

Io in inverno di notte trattengo la pipì per non dover uscire dal letto. 

Che poi per forza c’ho la cellulite. Con tutta la pipì che trattengo per mesi.

Al prossimo incantesimo… 

10 Comments

  • Marika ha detto:

    Ahahahahahaah!!!! Ecco perché in tante si identificano in te! Io che ho l’autostima alle stelle praticamente sempre, che dovrei andare in analisi per eccesso di autostima, in queste settimane è proprio come hai appena descritto che mi sento! Questo post darà speranza a tutte! Tanti baci, figherrimi dentro, e dal mese prossimo, anche fuori! 😀

  • Delia ha detto:

    Tutto vero…..tranne la ceretta!!! Non ce la posso fare … sono URENDA ma depilata, sempre!!! Iaia ti ho scritto…c’é un ometto da conoscere! 😉

  • Mariella ha detto:

    Parole sante Iaia…io in inverno mi trasformo nella versione peggiore dell’ uomo delle nevi. Io i collant li metto altrimenti le mie gambe sarebbero due stalattiti di ghiaccio, però sono ben nascosti e nessuno li vede. Ti mando un caldo abbraccio in attesa della primavera!

  • manuela ha detto:

    ciao Iaia ahahaahah pure io trattengo di notte la pipi per non scendere dal letto (lo so che fa male)
    sei unica!
    baci baci

  • Nella ha detto:

    Troppo simpatico questo post, complimenti!

  • Manuela ha detto:

    Grazie grazie e ancora grazie…..mi sono fatta un mucchio di risate leggendo e soprattutto finalmente qualcuno che dice la sacrosanta verità

  • Elisa ha detto:

    Mi hai fatto morir da rider Iaia…ma hai detto tutte cose verissime….sei fantastica !!

  • Liz ha detto:

    Hahahaha! Divertentissimo questo post!!! Ed è tutto verissimo quello che hai scritto: io sono super freddolosa, per cui in inverno inizio a stratificare i vestiti così tanto sa sembrare 10 taglie in più! 😉

  • Raula ha detto:

    Che ridere;))) io prometto ogni inverno che non userò i dolcevita e invece mi ci corico anche;) povere noi donne! E quei maschi schifosi invece non si addannano ( siciliano, cioè sbattersi) per niente! Non è giusto;)

  • Eugenia ha detto:

    Top. Troppo vero. Chiamiamola pure la stagione delle 50 sfumature di grigio, nel senso di nebbia.

Rispondi a Manuela Annulla risposta