A Natale… Non voglio ingrassare!

Il Natale è ormai vicino, anzi direi proprio dietro l’angolo.

Come ogni anno lo trascorrerò in famiglia, tra pranzi, cene, tombole, maratone Disney sul divano e scambi di regali.

Capirete che il terrore di ritrovarmi tra un paio di giorni gonfia come un tacchino ripieno, a rischio di levitazione e successiva esplosione in una pioggia di torroncini, in queste ore mi sta attanagliando non poco.

Come ho risolto? Semplice! Ho chiamato Wellness Witch, la nostra super nutrizionista Giorgia Visentini e mi sono fatta svelare i segreti per limitare i danni!

Giorgia, sei pronta? La parola a te! 

Ciao Iaia, ciao streghette!

Dunque, eccoci arrivate ad un appuntamento tanto atteso, e che cade a fagiuolo !

È possibile passare qualche giorno al di fuori del proprio piano alimentare ( vacanza, gita, tour dei parenti per battesimi-cresime-comunioni.. NATALE !!!!! ), senza rovinare mesi di attenta alimentazione  “ipocalorica ma non ipo-gustosa”? Oh yess!! Iaia, per chi mi hai preso, certo che è possibile! W la modestia… ehehe

IMPORTANTE : LUNGI DA ME LA VOLONTA’ DI FARE IL SOLITO VADEMECUM pre abbuffate ( ne trovate a iosa sul web), ma piuttosto di dare pochi (ma buoni) consigli mirati .

Sì ma….Hai detto Natale?????? Suvvia, dai, non prendiamoci in giro…

Ok lo ammetto: ci sono numerosi fattori che mi remano contro:

1. I dolci di Natale ci sono SOLO A NATALE, come fare a non farne incetta ?

2. I dolci di Natale che in teoria ci sono “solo a Natale”, in realtà sono nei supermercati da dopo ferragosto (praticamente dopo le offerte sui cocomeri arrivano quelle sui pandori 3×2…)

3. Di conseguenza i dolci di Natale girano NELLE NOSTRE CASE, già da un mese ( se non di più)… E che vuoi fare, non la mangi una fettina di pandoro a colazione? Tanto è più leggero, non ha uvetta e canditi…. SE, SE CREDICI!!! Ti vorrei ricordare che il pandoro ha ancor più burro, se possibile , del panettone ehm….

4. Si ok, a me lo spirito natalizio rende più acidina, lo ammetto…. Ma giuro, lo faccio per il vostro bene!!!

Mai e poi mai vorrei che vi ritrovaste a gennaio con i lacrimoni di coccodrillo e agguerritissime , pronte a soffiar via dalla vostra tavola la più piccola briciola di carbo, perché “ basta, da gennaio, dieta ferrea!!!! “

Tanto è la stessa solfa ogni anno. Quindi, che fare?

Allora, dico io, giochiamocela d’anticipo!! Così eviteremo misure di compensazione degne di una fustigazione con le palle chiodate (qui cito la mia Amica corazon Cinzia, che mi fa sempre questi paragoni così realistici eheheh).

Ok, ricapitoliamo e arriviamo al sodo: non è necessario, né produttivo, digiunare prima di un pranzo o di un cenone particolarmente impegnativi, così facendo rischiereste di arrivare all’appuntamento con un buco nero al posto dello stomaco, ed ingurgitare:

tortelli, brasato, vitel tonnè, vol au vent (sempre scicchettosi), arrosto, altri tortelli ( eh che fai, vorrai mica un solo primo !!!), un po’ di insalatina che ci sta sempre bene, torrone, torroncini, 2 noci ( oh, son grassi sani eh….), pandoro, panettone, crema di mascarpone, limoncello, spumante, amaro, digestivo e caffè ( rigorosamente col dolcificante ) , la suocera e la nuora che hanno sempre parlato troppo per i miei gusti e pure le gambe del tavolo, e poi ritrovarvi letteralmente spiaggiate sul divano facendo fatica pure a respirare!

No, no, decisamente un brutto modo di passare le giornate festive.

PRIMA COSA: mangiate regolarmente nei giorni precedenti, e se state seguendo un piano alimentare studiato per voi, CONTINUATE A FARLO!!!! Fette di salame davanti agli occhi e lasciate nella credenza fichi secchi e torroncini, please ( avrete tempo e modo di mangiarli, in porzioni umane , nelle giornate festive.)

Ricordo una frase celebre e famosa, ma pur sempre veritiera: non si ingrassa da Natale a Capodanno, ma in tutto il resto dell’anno, per cui se voi continuate ligie per la vostra strada e se nei giorni festa ( che ricordo essere il 24, 25, 26 , e 31 massimo), mangiate qualcosina in più con intelligenza, non succederà nulla di nulla.

Al massimo un chiletto e mezzo di ritenzione che se ne andrà tornando al solito regime alimentare.

L’importante è non fare durare queste feste per 20 giorni consecutivi: surgelate e porzionate gli avanzi , potrete usarli nei weekend, ai pasti liberi, ecc.

Ovviamente non abbandonate , se riuscite, il vostro momento di benessere quotidiano con l’allenamento ( ovviamente nessuno dice di fiondarsi in palestra a Natale, ma almeno una camminata dopo pranzo è assolutamente consigliata).

Durante il pasto “ di gala”, la cosa più importante, e vi ripeto la più importante, non è contare le calorie, bere strane pozioni magiche prima, fare salti mortali per evitare le pietanze più succulente… ma è un semplice trucchetto efficacissimo: formate il vostro “ piatto virtuale” scegliendo in anticipo cosa mangerete fra tutte le pietanze ( va benissimo anche un assaggio di ogni cosa), preventivatelo prima, e MASTICATE.

MASTICATE. MASTICATE!!! Masticate pianissimo e godetevi ogni boccone: è l’unico modo per non strafogarsi inutilmente, saziarsi prima ( vi ricordo che il senso di sazietà giunge dopo almeno 20 minuti), e avere una digestione ottimale che vi eviterà fastidiosissimi gonfiori addominali e intestinali che ( sorpresa!!!!! ) sono la principale causa dell’aumento di peso e della ritenzione idrica che vedete dopo pasti abbondanti.

Ovviamente non vi autorizza a mangiarvi un elefante questo piccolo trucchetto, ma vi assicuro che funziona.

Se poi volete proprio stare tranquille al massimo, vi do’ un jolly, un asso nella manica: fate un thè verde, bello forte , in mezzo bicchiere di acqua ( si, sarà amaro!), metteteci dentro un goccino di succo di limone e una spruzzata di cannella e bevete un sorso o due prima di andare a tavola. Creerete un mix che è un potente regolatore della glicemia e che limiterà molto la conversione di tutti i carbo e grassi in manigliette e culotte sgradite assai!

Oh ,poi, se dopo il cenone non avete fame la mattina successiva, è assolutamente normale… non dovete per forza fare colazione, che saltarla NON VI RALLENTERA’ IL METABOLISMO, FIDATEVI DI ME.

Ma di tutto questo, parleremo prossimamente.

Buon Natale a tutte .

Giorgia

 

www.giorgiavisentini.com

visentini.nutrizionista@gmail.com

Ok… Io ho memorizzato perfettamente la parte: tartine, tortelli, arrosto, pandoro, panettone, mascarpone.

Tanto poi ci pensi tu, giusto???

Ahhhh… Che bello averti incontrata Giorgina mia! 

Al prossimo incantesimo… 

 

 

2 Comments

  • Liz ha detto:

    Iaia e Giorgia siete fantastiche!!! Grazie mille di tutti questi consigli pre-natalizi!!! E tantissimi auguri di buone feste!!! Un bacione♡

  • Raula ha detto:

    È da settimane che sono terrorizzata dalla paura di ingrassare. Sto continuando quando posso a fare lunghe camminate e sport ma già sto vedendo un trend negativo anche se non ho ancora dato l’assalto a nessun panettone e simili. Eppure continuo ad avere un chiodo fisso perché so che perderò il controllo. Il fatto di farmi un piatto e di mangiare solo quello mi sembra saggio ma per una come me abituata ad assaggiare ciò che cucina e soprattutto a mangiare velocemente anche in piedi è una vera sfida!!

Rispondi a Raula Annulla risposta