5 cose che puoi fare subito per rendere la tua vita migliore

IMG_4860-0.jpg

Ci sono dei momenti in cui sembra proprio che niente vada nel verso giusto. Ci sono momenti in cui si vive in un pantano melmoso, con una sorta di insoddisfazione di fondo, che può essere più o meno lieve ma è sicuramente fastidiosa. E poi ci sono i dolori veri, le grandi crisi, attimi in cui è più la voglia di scappare che quella di restare e lottare per la propria felicità. 

In qualunque di questi tre esempi tu abbia riconosciuto la situazione che stai vivendo l’ultima cosa che devi fare, ma anche la più facile, è arrenderti, sederti, piangere. O meglio. Un piantino, se proprio vuoi crogiolarti per un po’ nell’idea di quanto tu sia sfigata, ci sta. Lo abbiamo fatto tutte, una volta ogni tanto. Non funziona. In genere dopo si sta peggio di prima ma, tant’è, autocommiserarci ci piace un sacco. Ok. Quando avrai finito con questo melodramma inutile ti consiglio di alzare il culo e cominciare da subito a fare qualcosa che migliorerà la tua vita. Davvero. E in tempi brevi.

E siccome io sono strega e le magie le faccio sul serio ti do anche un tempo. Una settimana al massimo e comincerai a vedere i primi segnali del cambiamento. Devi volerlo davvero, però. E soprattutto devi crederci. Altrimenti la magia non funzionerà. Me se ti impegnerai la tua vita cambierà. Scommettiamo? 

5 cose facili facili che puoi fare per rendere migliore la tua vita da subito

1) CAMBIA STRADA Per andare a lavoro, per accompagnare i tuoi figli a scuola, per tornare da fare la spesa. Cambia strada. Cambia percorso. Cambia abitudine. E poi stai attenta ai segnali (ne abbiamo già parlato tante volte, ricordi?) Fai attenzione a quello che vedi, alle persone che incontri, ai profumi nell’aria. Fai un giretto in quel parco carino che non credevi fosse a due passi da casa, fermati a prendere un panino croccante in quella bella panetteria e accarezza quel cagnone che ti scodinzola a fianco. Non lo vedi quante cose belle e nuove ci sono tutt’intorno? 

Se lo farai ogni giorno per sette giorni sono sicura che accadrà qualcosa di inaspettato. Scommettiamo? 

2) SMETTI DI PENSARE A TE STESSA. PENSA AGLI ALTRI. Fallo davvero. E sii sincera con te. Su chi sei davvero concentrata? Sei così sicura che i tuoi problemi siano più grandi di quelli degli altri? Se non ne sei certa (e nessuno dovrebbe essere certo di una sciocchezza simile) agisci fin d’ora. Se ti viene la tentazione di pensare ai tuoi problemi alza il telefono e chiama quell’amica che ha perso il lavoro. Potrebbe aver bisogno di qualche parola di conforto. Oppure prepara un piatto di minestra e portalo al barbone sotto casa. Il suo sorriso riconoscente ti farà scordare le tue grane, almeno per un po’. Scommettiamo? 

3) LIBERATI DEL SUPERFLUO Fai ordine. Fai spazio. A cose nuove, a nuove emozioni, alla nuova te. E se stai pensando che tutto quello che possiedi ti serva, beh, ti sbagli di sicuro. Abbiamo troppe cose che non usiamo assolutamente, che non sappiamo neanche dove andare a cercare, credimi. Stanno lì, prendono polvere, ci riempiono di energia negativa e ci rallentano. E siccome sono pur sempre una bionda frivola e modaiola ti consiglio di cominciare dal tuo guardaroba. Come puoi pensare di avere un look all’altezza di questo Blog se il tuo armadio è più incasinato della tua vita? Fai ordine. Dividi tutto per categorie e stagioni e poi ordina in base al colore. 

Infine butta (o meglio dona a chi ha bisogno) tutto quello che non ti serve. Ti stai chiedendo come fare a capire se una cosa è da buttare o tenere? Semplice. Se non la indossi da più di un mese (e non è un capo di un’altra stagione) allora è da buttare. 

Se dopo questo sei ancora indecisa chiediti se Strega Iaia la indosserebbe. Se la risposta è “No” allora… Buttala! 

L’ordine sarà il primo passo verso la nuova te. Scommettiamo? 

4) FAI UN FAVORE A CHI DETESTI Partiamo dal presupposto che, per me, non si dovrebbe mai detestare nessuno. E non perché io sia un’irriducibile buonista, tutt altro, semplicemente perché l’odio è estremamente faticoso e io ho sempre preferito impiegare le mie energie nel rendere la mia vita una vera figata. Quindi, cari odiatori affezionati, scusate se non vi ricambio! È che proprio non c’ho tempo.

Dicevamo? Ah sì. La buona azione. Hai presente quella collega che ti sta proprio sugli zebedei? Passale gli appunti presi all’ultima importante riunione che lei si è persa per un raffreddore. Oppure falle trovare un caffè sulla scrivania. È troppo, dici? Allora falle un complimento per il suo nuovo bellissimo cappello (a patto che il cappello sia bello davvero.) 

L’odio, oltre ad essere estremamente faticoso, genera altro odio, tensione e sentimenti negativi. Laddove c’è atmosfera negativa non accade mai niente di bello. Cambia atmosfera e rimarrai sbalordita dall’effetto a catena che scatenerai. Scommettiamo?

5) FAI UNA COSA CHE TI FA PAURA Una cosa che ti fa paura davvero. Supera un tuo limite. Vai dal tuo capo e proponi quel progetto folle che ti frulla in testa da giorni. Ti riderà in faccia? Embè? Ti assicuro che sopravviverai. Ma se invece andasse bene? Chiama quell’amica con cui hai litigato anni fa e chiedile scusa anche se aveva torto lei. Che te ne fai dell’orgoglio quando porta solo nostalgia?  Ferma il tipo che ti piace con una scusa, per sfiorargli distrattamente una spalla e goderti la sua faccia. Prenota un giro in elicottero e poi fallo davvero urlando a squarciagola!  Guida di notte fino ad una meta sconosciuta. Balla per strada, senza musica, in mezzo alla gente senza paura di essere guardata, giudicata, derisa. 

Sopravviverai. Si sopravvive sempre. Ne uscirai più forte. Ti sentirai invincibile. E la tua vita comincerà a cambiare… Scommettiamo?

Al prossimo incantesimo… 

17 Comments

  • Stella scrive:

    Ehi Iaia come stai?leggere ogni tuo post mi dà tanta carica ed energia.. Ma non solo!!!ogni tuo consiglio è sempre stato un gran successo!!!

    • Iaia De Rose scrive:

      Stellinaaaa bellaaaa! Tu sei il mio caso di successo preferito! Prima o poi ti intervisto! Sono felicissima di ritrovarti qui. Un bacione

  • FrancescaBG scrive:

    Iaia, io ci prove eh!
    Ora stampo il post e me lo appendo sul frigo come promemoria.
    Dai, dai, mi piace.

    Bacione

    Francesca

    (Sabato pomeriggio ho intravisto tuo marito in un bar, è più figo dal vivo che in foto. Brava!)

  • Liz scrive:

    Iaia sei fantastica! Sei solare e riesci a trasmettermi positività! Io sono convinta che queste tue regole, se applicate con impegno e credendoci davvero, funzionino! Quindi proviamoci! Un bacione! ♡♡♡

  • emanuela scrive:

    Fantastico, lo metterò in pratica subito! !

  • miki scrive:

    Ah Iaia sul repulisti degli armadi potrei farci un libro.E’ anche un bell’antistress per me e devo dire che ho già fatto spazio per il mio primo paio di cuissard consigliati da una gnocca bionda che conosci.Per il resto mi applicherò,con fiducia.Bacioni

  • Roberta scrive:

    Si! Iaia ci proverò..

  • Monique scrive:

    Sei grande Iaia… Hai una profondità d’animo che mi sconvolge ogni volta che ti leggo. Perché sei in grado di colpire allo stomaco con le tue parole, di prendermi per la pancia e di coccolarmi il cuore! Ci siamo intese, vero?! Un abbraccio grandissimo

  • La Gio scrive:

    Rimbocchiamoci le maniche allora!!! Comincio da domani mattina, cambiando la strada per andare a lavoro ;-) approfitto per chiederti una cosa…. Da brava strega, tu andresti in un bar da sola a bere qualcosa dopo lavoro…ripeto, da sola? Ho scoperto che molte donne non lo farebbero….. Ma io mi domando: è possibile che una donna debba sempre essere accompagnata o da un uomo o da un’altra donna?
    Ahhhhh….meno male che c’è Iaia!!!!

    • Iaia De Rose scrive:

      Uh mamma! Eccccerrrrto! Io lo faccio ancora! E quando ero single avevo scelto il mio bar preferito, dove c’era una ragazza che faceva delle pizzette buonissime, e ci andavo sempre dopo il lavoro! Che ci sarebbe di male?

  • Giulia scrive:

    1) ok, se pò ffà.
    2) va bene, ci provo
    3) in progress…molto soddisfatta del risultato;)
    4) uhmmmm…devo pensare a qualcuno che detesto. Trovato! Ce la farò?!
    5) questa è dura. Tra le cose che mi terrorizzano di più ci sono: sciare (ma per provarci devo aspettare almeno un paio di mesi), avere dei figli (argh!) , litigare (fatto quasi mai e onestamente non so se mai gliela farò; non mi vengono proprio le parole, è una malattia).
    Mi sa che il meno peggio è lo sci…
    Un bacio
    Giulia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>